shinystat spazio napoli calcio news Zazzaroni: "Gamberini farà la differenza in difesa"

Zazzaroni: “Gamberini farà la differenza in difesa”


Nella trasmissione di Radio Marte “Marte Sport Live” è intervenuto l’esperto di calcio Ivan Zazzaroni, parlando del Napoli e del campionato di serie A. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli: “Non mi ha esaltato la prestazione di ieri di Cavani anche se ha comunque giocato bene e non mi stupisce neanche quando gioca ad altissimi livelli perchè è quello che mi aspetto da lui sempre. Contro la Sampdoria era una partita molto ostica e si è palesata una maggiore maturità degli azzurri rispetto lo scorso anno con un atteggiamento da grande squadra. Nonostante non si trovassero spazi, i partenopei non hanno rischiato quasi nulla ed ho visto una squadra con la S maiuscola che ha tenuto bene anche mentalmente cercando sempre di sbloccare il risultato e vincere. Inler? In questo momento è in difficoltà, gli vengono chieste cose che non sono nelle sue corte ma il gruppo è coeso e gli fa scudo aiutandolo. Spero rimanga così nel tempo, sarà fondamentale per il prosieguo della stagione. Ad esempio Gamberini può fare la differenza, anche se non fa ancora impazzire molti addetti ai lavori. E’ un difensore pratico, attento, pronto all’uso che dà tanta esperienza al suo reparto che finalmente quest’anno sta girando meglio. E’ ormai il titolare fisso, è molto più in forma di Aronica e Britos. Farò sicuramente gli auguri a Mazzarri per il suo compleanno e mi complimenterò per le vittorie ed il suo stile impeccabile. Da quando è a Napoli è in formissima ed i risultati gli stanno dando ragione. L’Inter sta crescendo così come alcuni giocatori come il giovane Cutinho, non è una squadra per lo scdetto ma sta trovando una sua dimensione, aiutata nel risultato di ieri anche da una Fiorentina non bella come quella vista contro la Juventus. In campionato si stanno mischiando le carte, non ci sono più risultati scontati. Ieri sono successe cose strane, i risultati non hanno poi rispecchiato l’andamento delle partite, soprattutto quelli molto rotondi. In basso in classifica troviamo ospiti inaspettati e per la prima volta c’è un vero appiattimento dietro, non in testa, dove c’è un tentativo di fuga a due. Che vinca la migliore”.