shinystat spazio napoli calcio news Insigne, l'Italia dei "big" è ad un passo!

Insigne, l’Italia dei “big” è ad un passo!


Denis Mangia non l’ha convocato per i prossimi impegni dell’Under 21 e Cesare Prandelli, considerate anche le assenze di Sebastian Giovinco e Mario Balotelli, ci starebbe pensando intensamente in vista delle qualificazioni per la Coppa del Mondo che si giocherà in Brasile nel 2014. Ovviamente stiamo parlando di Lorenzo Insigne che, dopo aver giocato domani notte con l’azzurro del Napoli, potrebbe vivere sulla sua pelle per la prima volta anche l’azzurro della nazionale maggiore.

LA STIMA DEL CT-  Insigne ha la fortuna di avere in Prandelli un suo grande estimatore. Il tecnico di Orzinuovi la scorsa domenica è andato fino in Sicilia solo per osservarlo da vicino ed è rimasto molto soddisfatto della sua prestazione: “Non posso che dar ragione a tutti coloro che ne parlano in maniera entusiastica. A Palermo si è mosso molto bene su tutto il fronte d’attacco, mostrando agilità e notevole tecnica individuale. Ha talento, grande facilità di inserimento”.

CHE CHANCE!-  Tutta, o quasi, la covata del Under 21 di Ciro Ferrara (ora di Mangia) è sotto osservazione. Talenti come Florenzi, Camporese, Ogbonna, Gabbiadini, Destro, El Sharaawi, Marrone, Immobile, Verratti, lo stesso Insigne e altri ancora si ritrovano tra le mani un’occasione insperata e irripetibile: quella di fare un triplo salto carpiato verso l’affermazione. Alcune colonne portanti della nazionale maggiore sono a un passo dall’addio (Buffon, Barzagli, Pirlo, Di Natale, De Sanctis..), altri  non sembrano essere all’altezza della situazione (Giaccherini, Thiago Motta, Borini e Abate). Quindi per questi ragazzi è il momento giusto per approfittarne. Inoltre, Prandelli crede fermamente nei giovani calciatori di qualità e un cambio di guardia in nazionale, anche se graduale, sembra doveroso.

La nuova giovane Italia stuzzica molto. Insigne e non solo…

Marco Soffitto

Preferenze privacy