shinystat spazio napoli calcio news Pandev suona la carica: "Due grandi acquisti e saremo da scudetto"

Pandev suona la carica: “Due grandi acquisti e saremo da scudetto”


A Napoli con furore. Goran Pandev, in vacanza in Macedonia, si gode il meritato riposo ma, al tempo stesso, non vede l’ora di ricominciare gli allenamenti e calpestare i campi da gioco con la maglia azzurra addosso. La stessa maglia che gli ha ridato la gioia di sentirsi importanti, di vincere un trofeo e tornare in splendida forma dopo l’ultimo periodo cupo trascorso a Milano sponda nerazzurra. Goran è rimasto estasiato dal popolo partenopeo e vorrebbe regalargli tante altre soddisfazioni, magari lo scudetto. E’ questo quanto traspare dall’intervista che l’attaccante macedone ha rilasciato al Corriere dello Sport. Eccola riportata integralmente per i lettori di Spazionapoli:

Pronti? «Prontissimi. Visto come sono rilassato?».

E anche felice: il ritorno, cioè la permanenza nel Napoli, il matrimonio in chiesa con la sua Nadica e ora questo viaggio di nozze-vacanza con la famiglia. «Sì, è un momento in cui sono sereno e contento. Mi sto godendo i bimbi e mia moglie, il mare e il sole. E ho staccato completamente la spina del calcio».

Niente foto, autografi e domande selvagge? «No, macché. Non ho incontrato tifosi napoletani, ma del resto queste spiagge non le conosce nessuno: io ci vengo spesso, sono a un passo da casa mia. Credo sia il posto ideale per rilassarsi».

E al Napoli non pensa mai? «Sempre. Certo. Sono molto, molto felice di essere rimasto: l’avevo detto anche a Mazzarri, a fine stagione, che mi avrebbe fatto piacere restare. E così, quando mi hanno chiamato ci ho messo un attimo a decidere».

Cosa le hanno detto per convincerla? «Sia il presidente De Laurentiis, sia Mazzarri e Bigon mi hanno confermato che il Napoli vuole continuare a crescere. Soprattutto dopo la vittoria della Coppa Italia».

Argomenti importanti. «Sì, fondamentali per me: è vero che nella mia carriera ho vinto tanto, ma voglio continuare con la maglia azzurra. I tifosi lo meritano, sono meravigliosi: la festa per la Coppa Italia è indimenticabile, mamma mia… Non oso immaginare cosa accadrebbe, se arrivasse qualcos’altro».

Tipo? «Lo scudetto. Io credo che con un paio di acquisti di valore ed esperienza sia possibile. Possiamo farcela: il Napoli è già forte e il gruppo è eccezionale. Ho vissuto Lazio e Inter, ma uno spogliatoio così unito non l’ho mai visto: quando ci mettiamo in testa una cosa, riusciamo sempre a raggiungere l’obiettivo. La Coppa Italia è l’esempio: dopo aver perso la Champions, la volevamo a ogni costo».

Vada per scudetto e ritorno immediato in Champions, allora. «Eh, speriamo, magari. Ripeto, è la città a meritare queste gioie e questi palcoscenici. Il club ha voglia di crescere, il presidente e Mazzarri hanno tanta carica dentro».

E lei? Dopo la cessione di Lavezzi le toccheranno gli straordinari. «Io ho tanta esperienza da mettere al servizio del gruppo. Tutto qua. Non sono il leader, è il gruppo a esserlo».

Quanto mancherà il Pocho? «Molto. Lui è un grande. Un campione e anche una persona eccezionale: ci sono pochi giocatori come lui in giro. Napoli non deve avercela con Lavezzi, anzi: deve continuare a volergli bene».

Ha qualche consiglio per gli acquisti da dare? «No, assolutamente. La società sa benissimo cosa fare. Posso solo ribadire che, con un paio di giocatori bravi e di esperienza possiamo puntare allo scudetto».

L’unico messaggio in bottiglia lanciato nel mar Egeo? «Beh, una considerazione. Chiunque verrà dovrà avere il nostro stesso orgoglio: il Napoli è una grande squadra, importantissima, non una qualsiasi. Per indossare la maglia azzurra bisogna avere fierezza e un’immensa voglia di vincere. Bisogna capirlo e saperlo».

Il primo impegno ufficiale è in programma l’11 agosto a Pechino, in Supercoppa con la Juve. Lei ne ha già conquistate due, con Lazio e Inter… «Daremo il massimo, come sempre, per vincere ancora».

Per l’appunto. Non fa che coniugare questo verbo. «Ho firmato per tre anni, sono rimasto per questo e ci credo».

Sta sentendo i suoi compagni di squadra? «Sì, qualche sms con Cannavaro e Inler. E poi ho fatto gli auguri a Dossena, che è diventato papà, e a tutti i ragazzi che in questi in giorni hanno festeggiato il compleanno».

Il 9 luglio si parte: raduno e ritiro a Dimaro. Si sta tenendo in forma? «Altroché, i miei due figli mi fanno fare molta ginnastica! Non vedo l’ora di ricominciare».

 

Fonte: Corriere dello Sport

Fonte foto: STRINGER/ITALY

ULTIME NOTIZIE

CHI SIAMO

Spazio Napoli è un giornale online in cui troverai: news Napoli, calciomercato Napoli, biglietti Napoli, foto Napoli, video Napoli, Primavera Napoli.

NUOVEVOCI

Appendice sportiva della testata giornalistica “Nuovevoci” – Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore editoriale “SpazioNapoli.it”: Antonio Manzo

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da SSC Napoli Calcio

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl