La giornata degli addii. Inter rischiatutto a Roma, Lecce e Genoa al fotofinish. Napoli, Lazio ed Inter tifano Catania

La giornata degli addii. Inter rischiatutto a Roma, Lecce e Genoa al fotofinish. Napoli, Lazio ed Inter tifano Catania

Epilogo della Serie A Tim 2011-2012, ultima giornata di questo, a dir la verità, poco avvincente campionato vinto dalla Juventus la scorsa settimana ma che ancora ha da consegnare gli ultimi verdetti, con un posto in Champion League e uno per la retrocessione ancora da assegnare in un'ultima giornata divisa in tre tronconi, edizione inedita dello "spezzatino" all'inglese, mai attuato per gli ultimi novanta minuti stagionali .

 FIORENTINA v CAGLIARI (ore 15)
 Partita tranquilla di fine stagione. Due squadre deluse dal proprio rendimento già con la testa alla prossima stagione. Viola in emergenza, dovendo fare a meno di almeno sei titolari. Il Cagliari cercherà punti al Franchi quanto meno per chiudere in bellezza una stagione altalenante, fatta più di ombre che di luci.

JUVENTUS v ATALANTA (ore 15)
Passerella allo Juventus Stadium per i neo Campioni d'Italia. Una sgambata in vista della finale di Tim Cup, e l'occasione per salutare Del Piero, all'ultima partita a Torino, con la casacca bianconera. Ai bergamaschi l'occasione di potere sfatare l'imbattibilità bianconera in questo campionato, e chissà se non possano riuscirci, in questa partita di soli festeggiamenti. 

MILAN v NOVARA (ore 15)
Partita degli addii in casa Milan. Ultima per Nesta, Seedorf, Inzaghi e Gattuso, che lasceranno i rossoneri dopo questa partita.
Fattore sentimentale a parte, la partita non ha nient'altro da dire, se non l'arrivederci alla massima serie del Novara, che almeno spera in un altro risultato di prestigio al Meazza, dopo i tre punti conquistati contro l'Inter.

CESENA v ROMA (0re 18) 
Anche al Manuzzi partita di scarso interesse. Cesena già in B e con la testa alla prossima stagione. Così come la Roma che dà l'addio a Luis Enrique dopo una sola deludente stagione. Il tecnico spagnolo cercherà di chiudere il campionato con una vittoria, una sorta di pillola di zucchero che non addolcirà, sicuramente, il popolo giallorosso.

PARMA v BOLOGNA (ore 18) 
Derby della Via Emilia, edizione 2011-2012 tra due tra le squadre più in forma del campionato. Il Parma cerca di portare a sette la striscia di vittorie consecutive in campionato, ulteriore record della squadra. Il Tardini vedrà anche l'addio di Marco di Vaio, che saluterà il calcio italiano al termine della stagione, destinazione MLS.

CATANIA v UDINESE (ore 20.45) 
L'Udinese cercherà a Catania il punto che le occorre per ottenere matematicamente l'accesso ai preliminari di Champions. L'impresa non è impossibile contro il Catania, squadra già paga dell'ottimo campionato sin qui disputato, ma in netto calo fisico e motivazionale. Lazio e Napoli sperano in colpo degli etnei. Guidolin e Di Natale un pò meno.

CHIEVO v LECCE (ore 20.45)
Ultima chiamata per i salentini che devono obbligatoriamente vincere a Verona e sperare nella vittoria del Palermo sul Genoa, condizione necessaria per la permanenza in Serie A. Il Chievo non ha più motivazioni ed una vittoria dei giallorossi non sarebbe da escludere, anche se il Lecce, di occasioni analoghe ne ha sprecate fin troppe.

GENOA v PALERMO (ore 20.45) 
Al Genoa basta solo un punto per la salvezza matematica, a prescindere del risultato di Verona. Mancheranno Kucka e Palacio per il grifone, assenze che potrebbero rivelarsi decisive per le sorti della stagione dei grifoni. Al Palermo mancheranno invece Miccoli ed Ilicic, assenze altrettanto importanti che fanno pendere l'ago della bilancia in leggero favore dei rossoblu.

LAZIO v INTER (ore 20.45) 
A dieci anni esatti dal fatidico 5 Maggio 2002, Lazio ed Inter si rivedono all'ultima giornata. Così come allora, la partita sarà delicatissima, con le due squadre impegnate nella lotta Champion, aspettando buone notizie da Catania, naturalmente.
La Lazio è avvantaggiata in classifica, e vincendo la sfida con i nerazzurri, ed ipotizzando la sconfitta dell'Udinese, sarebbero in Champions League. Più complesso il discorso dell'Inter che, per arrivare terza deve necessariamente sperare nella sconfitte simultanee di Udinese e Napoli. Sarà partita vera, come dieci anni fa.
 

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram