shinystat spazio napoli calcio news Noelia e Hugo Campagnaro: nella buona e nella cattiva sorte

Noelia e Hugo Campagnaro: nella buona e nella cattiva sorte


L’abbiamo sentita nominare molto spesso, Noelia, moglie di Hugo Campagnaro, l’estate scorsa, quando suo marito, è rimasto coinvolto in quell’incidente stradale che ha tenuto con il fiato sospeso i tifosi azzurri per giorni. E’ stata proprio lei a tenere costantemente  informato il presidente De Laurentiis riguardo le condizioni di salute di Hugo.

Ma per la serie “tutto bene quel che finisce bene”, adesso il nome della signora Campagnaro è presente su questa pagina giornalistica con toni molto più pacati e distesi, infatti, ci occupiamo di lei per raccontarvi della sua storia d’amore con Hugo.

.Anche Noelia  è di Coronell Baigorria, un piccolo  paese di millecinquecento anime, ma non raggruppate tra loro, bensì sparse in una immensa campagna, con le strade bianche di terra. Non c’è niente, per andare al cinema o al ristorante ci si deve spostare a Rio Cuarto, una città a trenta chilometri. E’, però un paese tranquillo, la notte si dorme con la finestra aperta senza preoccupazioni. Hugo e Noelia hanno frequentato la scuola elementare lì, dove insegnano la madre e la sorella del calciatore azzurro. Poi le scuole superiori, proprio davanti casa. Hugo è di 5 anni più grande di Noelia e casa Campagnaro dista500 metri da quella della sua futura moglie.

Si sono sposati qualche anno fa e hanno due figli: Sofia di 4 anni ed Andres di 17 mesi.

Noelia lo segue in Italia quando approda al Piacenza. Poi nasce Sofia mentre Hugo milita nella Sampdoria. Proprio nel giorno in cui gioca in Bulgaria, vicino Sofia. Durante quella partita Hugo segna un gol che dedica alla sua bambina: Sofia. Nome italiano che piaceva tanto al suo papà ma che poi ha conquistato anche il consenso di Nolia. E circa un anno fa è nato Andres, ma stavolta Hugo è riuscito ad assistere  al parto, avvenuto in una clinica di Castelvolturno.

Dottor House è la serie tv preferita della famiglia Campaganro che non ne perde una puntata. Amano viaggiare e Parigi è stata la meta che più di ogni altra gli è rimasta nel cuore. Prediligono l’estate, il mare e trascorrere le vacanze con la famiglia alla quale sono molto legati e, appena possibile, volano in Argentina. Hugo (nome ereditato dal nonno) è, infatti, molto affezionato ai genitori, al fratello Rafael e alla sorella Ana Laura. Mamma Margarita spesso viene a far loro visita a Napoli.  E’ sempre accolta di buon grado perchè cucina divina­mente: ravioli, lasa­gne, asado, sono i piatti più richiesti ed apprezzati da suo figlio e sua nuora.

 

Hugo e Noelia si conoscono da sempre, figli della stessa terra, credono negli stessi ideali e nei medesimi valori. Hanno condiviso gioie e dolori, Lei non lo ha mai lasciato solo, nel corso della sua carriera calcistica così come nella vita. Lo ha aiutato a riprendersi dall’incidente stradale nel quale, in estate, è rimasto coinvolto, facendo si che suo marito superasse il momento più difficile e critico della sua esistenza. Adesso si godono in serenità i loro figli e il momento magico che Hugo vive, insieme a tutta la squadra.

Non è errato affermare che i coniugi Campagnaro sono l’incarnazione della frase “nella buona e nella cattiva sorte”.

Luciana Esposito

Preferenze privacy