shinystat spazio napoli calcio news CdS Napoli: siamo orgogliosi di questa impresa

CdS Napoli: siamo orgogliosi di questa impresa

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Difficile. Molto difficile scegliere l’immagine più bella per introdurre la festa degli eroi. Dei leoni del Madrigal: canta Napoli. Canta a bordo del pullman che riporta la squadra da Capodichino al San Paolo, attraverso le ugole di Cannavaro (in napoletano, ovviamente) e Lavezzi (in lingua madre, certamente), e danza al ritmo di De Sanctis, snodato nel ballo quanto nei voli. E poi piange lacrime di gioia. Ecco, sì, partiamo da quelle gocce di felicità stillate sul prato: commosso il capitano nell’abbraccio finale, commosso Grava. «Che serata spettacolare. Da piangere?» , sibila il guerriero con il numero 2 sulle spalle. Clic. Istantanea della vittoria: sono loro i simboli della rinascita.

IL PIU’ FORTE – E allora, el jefe Cannavaro. Capo, capitano di un gruppo eccezionale che sognava una notte come quella di Vila-real sin da quando ha cominciato a vivere. E dunque a tifare Napoli: “Abbiamo disputato un girone da protagonisti”. E che girone è stato il suo: è brutto girare il coltello nella piaga, certo, ma Cannavaro è da Nazionale. Sul podio dei più forti difensori italiani. Il gruppo con City e company, dicevamo. “Difficilissimo ma per questo fonte di un orgoglio incredibile: con la qualificazione abbiamo compiuto un’impresa. E aver chiuso con più punti delle altre italiane è una soddisfazione immensa: finora abbiamo giocato una Champions da protagonisti”. La chiave? “Siamo rimasti uniti e concentrati fino alla fine, anche nelle difficoltà. Mazzarri? Beh, lui in panchina si stanca più di noi in campo: quando è stato espulso non ci siamo preoccupati più di tanto, perché Frustalupi porta anche fortuna!”. Cabarettista eccezionale. Non si smentisce mai.

 IL CANTANTE – Studia alla stessa scuola, di artisti prestati al calcio (si fa per dire, eh), anche l’uomo chiamato Lavezzi: voce degna di Julio Iglesias, piedi fatati, gambe esplosive. Canta felice come mai, il Pocho all’alba, nel tratto che dall’aeroporto porta alle rispettive case. Si esibisce in castigliano e lo fa in modo superbo. Applausi a scena aperta dei compagni. “Ci davano tutti per sfavoriti sulla carta, ma il calcio si fa sul campo: vuol dire che non eravamo inferiori al City”. Mancini lo voleva a tutti i costi, quest’estate: aveva ragione da vendere. “Alla fine del primo tempo ci siamo detti che avremmo dovuto giocare con più cattiveria e grinta. Da Napoli. E i gol sono venuti naturali”. Il suo profilo Twitter è inondato di messaggi: “Grazie dell’affetto, capitemi e scusatemi: non riesco a rispondere a tutti”. Perdonato, perdonato. Altroché. “Voglio ringraziare anche i miei compagni per l’umiltà e gli sforzi: la qualificazione ci dà fiducia, possiamo diventare una grande squadra”.

 IL BARBIERE – Grande, aggettivo che accompagna sempre e comunque anche Edinson Cavani. A secco al Madrigal, d’accordo, ma grande (appunto) Matador della partita con il City. Quella decisiva: “Siamo felicissimi, grazie a Dio abbiamo passato il turno: è stata dura, perché il Villarreal non ci ha fatto regali, ma alla fine è andata bene. Ora dobbiamo risalire anche in campionato e fare più punti possibile”. Poi, un passaggio sulla caviglia malandata: “Sta guarendo bene, va sempre meglio”. Celebra la vittoria anche Walter Gargano, attraverso il suo sito ufficiale, con un secco ed efficace: “Lo mejor està por venir”. Ovvero: il meglio deve ancora venire. Gli fa eco su Twitter un altro sudamericano, argentino, Fede Fernandez. “Grazie a tutti, il sogno continuaaaaaa”. Con una coda di “a” lunga così. E Hamsik, sul suo sito in slovacco, attacca così: “Bravo, bravo, bravissimo Napoli!”. In Italiano. Citando il Barbiere di Siviglia (per l’occasione di Vila-real). Da bravo tenore.

Fonte: Corriere dello Sport

CALCIOMERCATO NAPOLI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

NAPOLI CALCIO - ULTIMISSIME

Seguici su Facebook

Preferenze privacy