shinystat spazio napoli calcio news Un bel Uruguay spegne l'Italia

Un bel Uruguay spegne l’Italia

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’Italia di Prandelli si ferma contro una delle migliori nazionali di questo periodo, la celeste orfana di Forlan e con Suarez solo in panca parte alla grande e su una disattenzione della difesa azzurra passa al terzo. Gli azzurri feriti nell’orgoglio provano in tutti i modi di raddrizzare la partita ma vuoi per l’imprecisione vuoi per un Muslera al top della forma, non riesco a battere la possente difesa uruguagia.

Balotelli è l’unico che cerca di creare qualcosa con le sue iniziative ma le azioni del colored si spengono anche a causa della rudezza della retroguardia celeste, infatti il giocatore del city è stato oggetto di una vera e propria caccia all’uomo, caccia all’uomo che Tabarez ha organizzato anche per Pirlo, infatti a turno Cavani e Fernandez chiudevano sul metronomo bianconero, mettendo in seria difficoltà la fonte del gioco della nazionale di Prandelli. Sulle fasce solo nel secondo tempo si è vista una grande Italia, Balzaretti ha giocato benissimo mentre Maggio è stato spesso costretto a ripiegare in difesa, il napoletano è parso davvero in ottima forma nei ripiegamenti difensivi, peccato però che non sia emersa la sua dote migliore cioè la spinta. 

Nel duello tra Cavani e Balotelli diciamo che rispetto al risultato finisce con un secco 0 a 0 infatti entrambi hanno giocato una partita particolare costretti ad adoperarsi per la squadra, ma entrambi avranno il retourn match tra 7 giorni al San Paolo con un Napoli – Manchester City da dentro o fuori.

Infine peccato per quel gestaccio di Chiellini, autore di una buona partita contro il Napoletano Cavani, poteva evitare quel calcio. 

 

Enable referrer and click cookie to search for pro webber
Preferenze privacy