shinystat spazio napoli calcio news CdS: Il piede del Pocho è ok e stasera scende in campo

CdS: Il piede del Pocho è ok e stasera scende in campo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

E allora, come va? La domanda sorge sponta­nea e nella Castelvolturno assolata, con i ragazzi che in­seguono autografi al fianco dei propri sogni, al pocho sorridente che sbuca dal via­lone c’è un solo interrogativo da porre. Va, il piedino che spinge sull’acceleratore e la corsa fluida, come ai bei tempi, prima del Manchester o anche durante, certo non dopo quel pestone che ne ha minato la forza esplosiva. Va, senza freni e pure senza pau­ra: e va incontro alla viola, una sorta di musa ispiratrice che – alla faccia della scara­manzia – gli ha detto bene. Napoli-Fiorentina, ricordi pocho? E in quel groviglio di pensieri, riaffiora la sua se­conda doppietta italiana – 19 marzo 2008 – necessaria per rimuovere immediatamente il terribile virus d’una criset­ta (annunciata) e invece de­bellata a modo suo. 

CHE AMORE! –Riecco Lavezzi rimesso a nuovo, con la gam­ba destra che non avverte più alcun cedimento, né tra­smette dolori, e la voglia matta di sistemare la pratica per pensare al Villarreal, al­la Champions, e poi all’Inter, e al campionato, è racchiuso in quel colloquio quotidiano che ormai avviene attraversoTwitter, un’onda di messaggi d’amore travolgente.

«Mi spiace non riuscite a rispon­dere a tutti quanti voi, ma vi ringrazio per l’affetto che mi dimostrate continuamente».

Napoli-Fiorentina è un’altra delle sue notti, con i fans che stavolta non spiano dal buco della serratura ultramoder­na ma che vanno al san Pao­lo per ritrovare il proprio idolo, lo scugnizzo come loro tutte finte, dribbling e scatti, l’antiscaramantico per eccel­lenza che dinnanzi alla viola non fugge ma segna, tre reti complessivamente a Fuori­grotta e una attrazione ch’è parsa fatale.

TUTTO PER NAPOLI –Si gioca e la legge del contro turn-over trascina il pocho tra le linee, stellina per illuminare il Na­poli spentosi in casa-Chievo in una notte da streghe: il piede destro lascia dormire sonni tranquilli e sapere di poter avere i tre tenori, per i quarantacinquemila annun­ciati, è una polizza assicura­tiva per i prossimi otto gior­ni, per questo tour de force che prevede la Fiorentina, il Villarreal e l’Inter prima di una sosta che Lavezzi stavol­ta potrà godersi per davvero, non dovendo rispondere a convocazioni in Nazionale ed avendo energie fisiche e psi­cologiche completamente a disposizione del Napoli.

Fonte:Corriere dello Sport

Preferenze privacy