shinystat spazio napoli calcio news I Napoletani "nazionali"

I Napoletani “nazionali”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Materdì e mercoledì, in assenza della Champion’s League, le antenne televisive si sono sintonizzate sulle amichevoli nazionali, a metà strada tra dei validi test match e un’opportunità di sperimentare qualche nuovo innesto, in vista degli incontri ufficiali di qualificazione a Euro 2012. Gli azzurri che hanno preso agli impegni con le rispettive nazionali sono stati ben 7. Lavezzi e il Principito Sosa convocati per il big match fra le amichevoli Argentina-Portogallo (2-1 per i Sudamericani), dove è andata in scena la sfida delle stelle: Messi contro Cristiano Ronaldo (1-1 sul computo delle reti). Il Pocho gioca appena dieci minuti facendo reparto con la Pulce e Di Maria.

Hamsik, in campo per i 90’minuti, delude e non entra mai nel vivo del match:  la sua Slovacchia contro ogni pronostico perde in quel di Lussemburgo. Camillo Zuniga insieme al compagno di reparto Armero dell’Udinese, hanno messo in difficoltà con le loro percussioni la difesa avversaria dei Campioni del Mondo, ma senza leder alcun danno perdono a testa alta (Spagna batte di misura la Colombia 1-0, con rete di Villa all’86’). Nicalao Dumitru, convocato nell’uner 20, è l’unica nota positiva nel Torneo della Quattro Nazioni di categoria per gli azzurrini, conclusasi con un netto 3-1 per la Germania. La sua prestazione è ricamata dal  gol al 54’, bravo a superare il portiere tedesco con un preciso pallonetto. Cristian Maggio, l’unico convocato in nazionale, resta in panchina a disposizione del Ct nel pareggio a Dortmund  1-1 con la Germania, dove l’esperimento dell’oriundo Thiago Motta rimane ancora un’incognita. “Il pareggio è giusto, la sconfitta sarebbe stata una beffa” dice il ct Prandelli ai microfoni della Rai.

Alessandro D’Auria

Preferenze privacy