Rigore non fischiato al Napoli? Marelli non lascia dubbi, la moviola

Fine primo tempo per Napoli-Juventus e spuntano i primi verdetti arbitrali sul match. Le parole di Marelli sui principali episodi vissuti fin qui.

Ricco di emozioni come previsto il primo tempo di Napoli-Juventus, che ha fin qui portato agli almanacchi numerose azioni offensive da una parte e dall’altra. Particolarmente sugli scudi il solito ed in forma Dusan Vlahovic per i bianconeri, con l’attaccante serbo non riuscito a trovare lo specchio della porta in seguito a un colpo di testa ravvicinato, prima di fermarsi al palo dopo un delizioso scavino su Meret e spedire alto su un errore di Traore. Sponda Napoli, invece, il pericolo principale è stato caratterizzato dal tridente offensivo, con Kvaratskhelia in grado di portare gli azzurri in vantaggio al termine del primo tempo. Lo stesso georgiano è stato inoltre il protagonista di due dei tre episodi da moviola della prima frazione, giudicati da Luca Marelli su DAZN.

Moviola Napoli-Juventus, le parole di Marelli

Oltre alle tante occasioni e alla rete di Kvaratskhelia, il primo tempo di Napoli-Juventus è stato caratterizzato anche da 3 episodi da moviola. Protagonista per due volte, lo stesso georgiano, atterrato dapprima da Cambiaso in area di rigore a pochi minuti dall’inizio del match. Mariani ha però lasciato correre, ottenendo il consenso di Marelli. “Semplice contrasto di gioco“, le parole dell’ex arbitro, dimostratosi però in disaccordo con il direttore di gara in seguito.

Napoli-Juventus: le parole di Marelli
Kvaratskhelia a colloquio con Mariani durante Napoli-Juventus (ANSA) – SpazioNapoli.it

Per un fallo su Kvaratskhelia, Vlahovic è stato ammonito poco dopo, nonostante fosse al suo primo intervento irregolare della partita. “Già è il terzo fallo su di lui“, quanto detto da Mariani come giustificazione, sebbene proprio Marelli non abbia approvato. Secondo l’ormai opinionista di DAZN infatti, il cartellino rappresenta una sanzione fin troppo pesante per la punta juventina, che avrebbe potuto essere semplicemente richiamata verbalmente. Il tutto si aggrava in casa Juventus anche a causa della diffida con la quale Vlahovic giungeva al match del Maradona, che il giallo ha conseguentemente trasformato in squalifica per il prossimo incontro.

Bremer-Osimhen, parla Marelli

Successivamente, a finire fra le polemiche vi sono stati Bremer e Osimhen, con il primo reo di aver atterrato il secondo lanciato in porta al limite dell’area. Solo giallo, però, il colore del cartellino estratto da Mariani, riuscito ad ottenere nuovamente il consenso di Marelli. “C’erano Rugani e Alex Sandro ai lati di Osimhen, giusto dare solo il giallo“, l’analisi dell’ex arbitro. Niente rosso, dunque, per Bremer, che ora dovrà convivere con una spada di Damocle posta sul capo per la restante parte del match.

Home » Notizie Napoli Calcio » Ultim'ora sul Calcio Napoli, le news » Rigore non fischiato al Napoli? Marelli non lascia dubbi, la moviola

Impostazioni privacy