Traorè inizia a brillare ma il Napoli aveva un altro obiettivo: offerti 40 milioni

Retroscena clamoroso in casa Napoli: Traorè non era il primo obiettivo, il club ha rifiutato ben 40 milioni di euro.

La finestra di calciomercato invernale è stata un’opportunità concreta per il Napoli di migliorare la rosa a disposizione, in quel momento di Walter Mazzarri. Il mercato è stato svolto come promesso, seppur senza l’arrivo di un difensore centrale, ma non è stato acquistato alcun giocatore dal nome altisonante.

Lazar Samardzic è stato un profilo che ha conquistato il cuore della dirigenza azzurra ma che alla fine non ha sposato la causa partenopea per l’inserimento della Juventus che, probabilmente, approfitterà del posizionamento Champions per attirarlo alla Continassa. Sul taccuino di Meluso era presente anche il nome di Antonin Barak, costantemente accostato alla compagine azzurra in quasi ogni finestra di mercato che, però, non si è unito alla squadra napoletana.

Alla fine si è deciso di virare sui profili di Leander Dendoncker, finora poco utilizzato e fuori dalla lista Champions, e Hamed Junior Traorè. L’ex Sassuolo ha avuto un buon impatto sul gioco di Calzona che, probabilmente, lo terrà parecchio presente in vista del termine della stagione e di un Zielinski, ormai con la testa già all’Inter. In realtà, però, Traorè non è stata la prima scelta: il Napoli aveva offerto 40 milioni di euro per un centrocampista.

Traorè seconda scelta: ecco chi era l’obiettivo da 40 milioni

Come in estate, quando De Laurentiis ha offerto 48 milioni di euro all’Atalanta per Koopmeiners ricevendo un secco no, anche a gennaio il Napoli ha seriamente tentato il colpaccio, questa volta non per l’esperto olandese. Il protagonista della vicenda, infatti, è Georgiy Sudakov.

Il centrocampista ucraino, beniamino dei tifosi dello Shakhtar Donetsk, ha attirato su di sè l’attenzione delle principali big europee. Il club arancionero, per preservare il talentuoso 2002 e tutelare i propri interessi, ha deciso di declinare l’offerta di 40 milioni di euro da parte del Napoli. Non a caso, a Sudakov, in orbita Juventus anche lui, è stato prontamente offerto il rinnovo fino al 30 giugno 2028, con annessa una clausola rescissoria di ben 100 milioni di euro.

Offerti 40 milioni al giocatore, retroscena clamoroso a gennaio
Offerti 40 milioni al giocatore, retroscena clamoroso a gennaio (LAPRESSE) – SpazioNapoli.it

L’obiettivo è di replicare la plusvalenza fatta con Mudryk, nel gennaio 2023, quando il Chelsea decise di acquisirne il cartellino per 75 milioni+bonus. Una scelta strategica che permetterà al club ucraino di giovarne e in caso di permanenza e in caso di cessione. Se l’Ucraina dovesse qualificarsi ad Euro 2024, in Germania, Sudakov potrà avere l’opportunità di mettere in mostra la propria classe in tutto il mondo.

Home » Ultim'ora sul Calcio Napoli, le news » Traorè inizia a brillare ma il Napoli aveva un altro obiettivo: offerti 40 milioni

Impostazioni privacy