Insigne parla ai microfoni di Sky: “Sono il primo tifoso del Napoli, mi manca tutto della città”

Intervistato da Sky Sport, l’ex capitano del Napoli si è raccontato ai microfoni con la Serie A che potrebbe essere ancora nel suo futuro

Lorenzo Insigne è stato intervistato da Sky Sport. La sua avventura a Toronto potrebbe concludersi prima del previsto. Con un contratto in scadenza a giugno 2026 ed i comuni “mal di pancia”, all’attaccante torna a far gola la possibilità di fare ritorno nel nostro campionato. Insigne aveva lasciato il Napoli due stagioni fa e, dopo alcuni tentativi di rinnovo, aveva preferito portare il suo contratto con gli azzurri alla scadenza. Lo stipendio guadagnato in MLS è molto alto, parliamo di cifre intorno ai 7,5 milioni di euro a stagione. 

in Serie A poche squadre potrebbero permettersi di pagare un così ricco stipendio ad un calciatore che oggi di anni ne ha 32. Le pretese contrattuali, in caso di ritorno in Italia, dovrebbero chiaramente abbassarsi. C’è già però chi potrebbe puntare su di lui. Il Toronto in MLS ha chiuso, per il secondo anno di fila, la stagione all’ultimo posto. Nonostante sia arrivato in Canada come il giocatore più pagato del campionato, la sua esperienza è stata del tutto negativa. Resta da capire se un suo possibile trasferimento possa essere preso in considerazione per la prossima stagione o già a partire dalla finestra di calciomercato di gennaio. Lorenzo Insigne potrebbe così rescindere il contratto con il Toronto. 

Le parole di Insigne

Intervistato da Sky Sport 24, Lorenzo Insigne oltre a esprimere un opinione sulla sua ex squadra, è stato molto chiaro anche sul suo futuro. Di seguito ecco le parole dell’ex capitano del Napoli. 

Insigne intervistato a Sky
Insigne parla ai microfoni di Sky (LaPresse) – spazionapoli.it

Su cosa pensa ogni volta che torna a Napoli

Mi manca tutto di Napoli. Sento il profumo della mia città già quando atterro a Roma (ride, ndr). Com’è essere stato capitano del Napoli? Un sogno, sarei voluto rimanere di più, magari per tutta la carriera, ma purtroppo le cose sono andate diversamente. Quell’annata che abbiamo fatto con Sarri, quella dei 91 punti, per noi è stato clamoroso non aver vinto. Quando l’anno scorso il Napoli ha vinto lo scudetto, io ho festeggiato con i miei figli e la mia famiglia a Toronto. Sono e sarò per sempre tifoso degli azzurri.

Sul Toronto

In Canada io e la mia famiglia siamo stati accolti molto bene. Ci troviamo alla grande lì a Toronto

Sul momento del Napoli 

Vanno un pò a sprazzi, spero che Mister Mazzarri, che già conosce l’ambiente, possa aiutare i ragazzi a risollevarsi. La squadra è molto forte e penso possa riuscire a dimostrare ancora tanto.

Sulla prossima partita con la Juve

Da napoletano e tifoso del Napoli è sempre stato bello segnare contro di loro. Spero possano vincere a Torino.

Su Kvaratskhelia

È stato l’arma in più del Napoli. Prima non lo conoscevo ma ha fatto cose eccezionali ed ha dimostrato grande talento. Spero possa aiutare la squadra a vincere nuovamente.

Su Osimhen

L’unica cosa che gli direi è quello di pensarci bene nel caso voglia lasciare Napoli. Spero anche che la società faccia uno sforzo per trattenerlo.

Su chi vince lo scudetto

Al momento non vedo una favorita, ma sono tifoso del Napoli e voglio che siano gli azzurri a vincere

Sulla Nazionale ed una possibile convocazione con Spalletti

Vincere l’Europeo è stato meraviglioso. Aver rappresentato l’Italia per me è stato solo un onore. Sogno di essere nuovamente chiamato dal mister ma per essere convocato devi dimostrare tanto e meritare la chiamata con grandi prestazioni e continuità sul campo.

 

 

 

Home » Ultime sul Calcio Napoli, le news » Insigne parla ai microfoni di Sky: “Sono il primo tifoso del Napoli, mi manca tutto della città”

Impostazioni privacy