Garcia stravolge tutto, rivoluzione Napoli: out i titolari

Messo da parte il possibile avvicendamento tra Rudi Garcia e Antonio Conte, è tempo di preparazione in vista di Verona in casa Napoli.

Rudi Garcia è stato confermato, ora spetterà al tecnico guadagnarsi una conferma che possa essere sul lungo termine. Al Konami Training Center il Napoli sta preparando l’insidiosa trasferta di Verona, che ospiterà i campioni d’Italia in carica per la ripresa della Serie A.

La formazine che verrà schierata dal tecnico francese è in fase di valutazione, mancano ancora 7 giorni all’appuntamento, ma la possibilità che possa esserci uno stravolgimento dell’undici sceso in campo nelle ultime giornate non è da escludere.

Dai recuperi degli infortunati, ai nuovi problemi fisici, passando per le tante, probabilmente eccessive, ore di viaggio a cui i nazionali andranno in contro, sono tante le variabili che l’ex Al-Nassr insieme al proprio staff dovrà valutare.

Napoli a Verona, 4 cambi per Garcia?

Garcia dovrebbe adottare il basico 4-3-3, ma gli uomi in campo, forse addirittura per quattro undicesimi, potrebbero cambiare.

Stando a quanto riportato dal Corriere dello Sport, Gollini rientrato a pieno regime sta mettendo pressione ad un incerto Meret, rendendo non così improbabile, l’idea di un avvicendamento tra i pali del Napoli. In difesa, al fianco del confermatissimo Natan, ci dovrebbe essere Rrahmani, out da Braga e che dovrebbe permettere ad Ostigard, impegnato con la nazionale norvegese, di rifiatare.

Meret perde il posto da titolare al Napoli
Alex Meret, periodo complicato per lui – (LaPresse) -Spazionapoli.it

A completare il reparto arretrato, oltre allo stakanovista Di Lorenzo, ci dovrebbe essere Mario Rui, che tornerebbe così dal primo minuto dopo 3 gare dalla panchina.

Infine, nella zona mediana, vivo il ballottaggio per la sostituzione di Anguissa, uscito malconcio dalla sfida con la Fiorentina: Cajuste è una opzione, ma pare che Elif Elmas, che sta stranamente trovando poco spazio nella gestione Garcia, possa essere schierato nella formazione iniziale.

Cresce l’attesa, inoltre, per conoscere in maniera più dettagliata le condizioni di Victor Osimhen, infortunatosi con la Nigeria, ma per cui non dovrebbe esserci nulla di grave.

Le candidature si Simeone Raspadori restano forti, così come la possibilità di adottare un modulo più offensivo, il 4-2-3-1, scegliendo una mediana a due.

Sarà come sempre Rudi Garcia ad emettere il proprio verdetto, anche se con ogni probabilità, il più “accorto” 4-3-3 dovrebbe rappresentare la scelta finale per un Napoli che ha maledettamente bisogno di punti, ma soprattutto di ritrovarsi, un Napoli che ad oggi, non pare pronto per sostenere una mediana così scoperta, Fiorentina docet.

Home » Ultime sul Calcio Napoli, le news » Garcia stravolge tutto, rivoluzione Napoli: out i titolari

Impostazioni privacy