Cavani, l’ex agente rivela a sorpresa: “Poteva restare al Napoli”, poi l’attacco a De Laurentiis

“Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”. Si può notare quanta verità si celi dietro questa frase di Antonello Venditti. Con ogni probabilità, però, non sarà il caso di Cavani con il Napoli.

Claudio Anellucci, agente sportivo ed ex procuratore di Edinson Cavani ai tempi dell’epoca d’oro con la società azzurra, ha spiegato le dinamiche del possibile futuro del Matador. Di seguito le sue dichiarazioni a One Station Radio:

Se avesse avuto un adeguamento contrattuale, Edinson sarebbe rimasto al Napoli. Ora De Laurentiis sta facendo gli stessi discorsi con Koulibaly, Fabian e Mertens, ma non mi sembra che Dries sia nato a Napoli o sia un tifoso azzurro”. 

LEGGI ANCHE:   Si separa da papà Carlo, Davide Ancelotti pronto per una panchina: c'è già l'offerta!
De Laurentiis Napoli

Una storia che si ripete, insomma. Ma non è finita qui, perchè l’agente sportivo ha voluto mandare altre frecciatine al patron azzurro sempre sul tema rinnovo: “Mertens, come gli altri, è un calciatore, e con l’ingaggio dà da mangiare alla sua famiglia, compra casa e paga le bollette. Per i calciatori è un business, ma anche per i presidenti è lo stesso. Qualche presidente vuole fare il furbo scaricando sui calciatori l’aspetto emotivo del legame alla piazza, ma gli atleti devono guadagnare in 10/15 anni delle cifre che riescano a farli sopravvivere per tutta la vita. Basta con questo giochino di qualche presidente furbo“.

Alessio Landolfi

Home » News Calcio Napoli » Cavani, l’ex agente rivela a sorpresa: “Poteva restare al Napoli”, poi l’attacco a De Laurentiis