Gattuso punta su Osimhen per la Champions: dopo la Juventus il nigeriano ha spodestato Mertens

Come evidenziato dai colleghi de Il Corriere dello Sport, Victor Osimhen è l’arma in più, per Gennaro Gattuso per questo finale di stagione. Il nigeriano, completamente ritrovato dopo i doppi infortuni ed il COVID-19, può fornire la svolta decisiva per i partenopei.

Noncurante delle sue azioni, si è preso lo scettro da titolare, spodestando Dries Mertens, in quello spezzone di partita contro la Juventus a Torino nel recupero: il nigeriano, in quei frangenti, ha dimostrato che la partita da spettatore non fa per lui e che il suo posto è in campo, a lasciare difensori sul posto (chiedere a Danilo e Yoshida) o lottare con essi; che si chiamino Chiellini o De Ligt.

La sua determinazione, infatti, ha reso quella partita più vispa nel finale, conquistando un rigore e con diverse giocate che non lasciano indifferenti se a compierle è solo un ragazzo di 22 anni.

Il Napoli, per lui, ha abbandonato il vecchio e tanto amato tridente offensivo per adottare un sistema di gioco fedele al 4-2-3-1, con il campo che si allarga e si restringe come un elastico a piacimento del giovane Victor. Alle sue spalle agiscono, comunque, Insigne, uno tra Zielinski e Mertens e Lozano con Politano ad inseguire il messicano per un posto da titolare.

Un peso offensivo di tutto rispetto, al suo servizio.