Gattuso: “Io non mi dimetto, di Padre Pio ce n’è stato solo uno! Sto buttando il sangue, perché dovrei dimettermi?”

Gennaro Gattuso ha parlato ai microfoni della RAI alla fine della partita di Coppa Italia tra Napoli e Spezia, vinta dagli azzuri per 4 a 2. Di seguito quanto dichiarato dal tecnico calabrese:

“Dobbiamo far ritrovare la condizione ad Osimhen e Mertens. Sono due giocatori che stanno giocando al 30-40% non si può giocare in 9, abbiamo il dovere di ritrovarli. Nel primo tempo abbiamo giocato un calcio spettacolare. Abbiamo creato molto di più nella gara di campionato persa in casa. In questo momento abbiamo delle difficoltà, le sappiamo e dobbiamo lavorare”.

“Le voci sul mio conto? Sono un professionista. Tanti mi chiedono le dimissioni, ma non mi dimetto. Sto buttando il sangue. Ma perché dovrei dimettermi? Non dite mai che ho conquistato la quarta semifinale consecutiva della mia carriera. Da calciatore ho vinto tutto e lo farò anche da allenatore. Sono un dipendente della società e se non sono felici dei miei risultati decideranno loro. De Laurentiis? Ha parlato con la squadra e ci ha tranquillizzato. Io sono sereno, ma qui sembra che non abbiamo fatto niente. Se mi girano le scatole me ne vado ad allenare anche in Kuwait. Tutte queste voci mi sembrano assurde”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

Un commento su “Gattuso: “Io non mi dimetto, di Padre Pio ce n’è stato solo uno! Sto buttando il sangue, perché dovrei dimettermi?””

I commenti sono chiusi.