shinystat spazio napoli calcio news Sardar Azmoun - L'attaccante iraniano nel mirino del Napoli

Zenit San Pietroburgo, parla il ds: “Azmoun al Napoli? Ho letto qualcosa: per noi è un giocatore importante!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
Sardar Azmoun Zenit San Pietroburgo

SARDAR AZMOUN – A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Javier Ribalta, Direttore Sportivo dello Zenit San Pietroburgo. Ecc quanto evidenziato dalla nostra redazione:

JAVIER RIBALTA INTERVISTA

“Sono a San Pietroburgo, siamo chiusi in casa anche qui. Stiamo passando questi giorni come tutti, uscendo soltanto per fare la spesa e basta. Qui hanno detto che le competizioni saranno ferme sicuramente fino al primo giugno. Si spera di poter iniziare una preparazione da quel punto per poter ricominciare a fine giugno o inizio luglio per poter terminare a luglio o agosto le 8 restanti giornate di campionato e la coppa. Speriamo di vincere il campionato, vogliamo finirlo perché eravamo messi abbastanza bene e vogliamo vincere. La prima cosa però è la salute, non possiamo rischiare nulla”.

“Ivanovic come quello del Chelsea? Per noi è molto importante, un giocatore che nel campionato russo e in Champions League ha fatto molto bene. Normale poi che gli anni passino per tutti, non sarà lo stesso Ivanovic di 10 anni fa ma sta ancora bene”.

AZMOUN ED IL NAPOLI

Azmoun e l’interesse del Napoli? Ho letto qualcosa sui giornali ma non è arrivato nulla a noi, non posso dire di più al momento. Per me è un giocatore completo, alla sua età ha già fatto tanta esperienza in Russia e in Nazionale. Lui è forte fisicamente, è veloce e attacca molto bene la profondità, inserendosi bene negli spazi. A noi ha dato tanto, ha fatto tanti gol e fornito grandi prestazioni, la verità è che per noi è un giocatore molto importante”.

“Koulibaly? Quando lavoravo al Manchester United come capo scout ammetto che ci interessava e che lo abbiamo seguito, la verità è che era nella lista dei giocatori futuribili che guardavamo spesso. Non so dire perché non l’abbiamo preso, alla fine arrivò Maguire. Ma era un giocatore che c’interessava. Rifiutata un’offerta di 100 milioni di euro? Non lo so, perché ero il capo scout e non facevo le trattative. Quindi non so dire se c’è stata un’offerta o meno e se si di quanto, però ribadisco che è vero che lo seguivamo con grande interesse”.

“Azmoun in saldo? Noi non abbiamo urgenza di vendere, malgrado il coronavirus. Non avremo tutte queste ripercussioni economiche. Le squadre in questo mercato faranno scambi, prestiti con obblighi o diritti e non tanto trasferimenti pesanti. Speriamo che tutto torni alla normalità tra 6 mesi o un anno, eravamo in un bel momento economico e ora si è finiti in questa situazione”.

IL PROSSIMO MERCATO

“Penso che nella prossima sessione di mercato non credo ci saranno grandi affari, ma per lo Zenit non cambia troppo. Abbiamo anche avuto offerte per altri calciatori che non sono stati così determinanti come Azmoun e la nostra proprietà non ha voluto venderli. Se qualcuno si fa avanti per lui o per gli altri non sarà così semplice, noi fortunatamente non siamo in una situazione di difficoltà economica”.

“Qualche giocatore del Napoli che mi piace? Ce ne sono tanti che mi piacciono, ma pochi che io possa prendere! Il Napoli e la Serie A sono squadre e mercati che ci interessano ma non possiamo arrivare a tutti, dobbiamo essere realisti e attingere da quei mercati in cui siamo più competitivi. Mertens e Callejon in scadenza di contratto? Lo so, e so pure che c’è ne è un altro forte in scadenza l’anno prossimo… ma In questo momento non abbiamo nulla con loro”.

AZMOUN NAPOLI CIFRE

Il club russo per privarsi del suo giocatore parte da una base di 25 milioni di euro. È infatti questa la cifra richiesta dallo Zenit per il cartellino del suo bomber. In questo momento il Napoli non ha lacune da colmare, anzi non è da escludere che possa essere sacrificato qualcuno lì davanti e che Azmoun non possa rivelarsi l’asso nella manica degli azzurri. Il costo dell’operazione è sicuramente accessibile, bisognerà vedere quanto il Napoli vorrà fiondarsi sull’iraniano.

SARDAR AZMOUN

L’attaccante dello Zenit è nato il 1 gennaio del 1995 in Iran, è alto 1,86 e si è messo in luce soprattutto nell’ultimo Mondiale di calcio. Il giocatore è titolare nella squadra russa e finora ha segnato 10 reti nelle 21 presenze totalizzate in campionato. Si è trasferito allo Zenit dal Rubin Kazan in prestito con un riscatto fissato a 12 milioni di euro.

Il 2 marzo all’esordio con lo Zenit in Prem’er Liga realizza il gol della vittoria nella partita contro l’Ural.

Il 23 novembre segna il secondo gol della sua squadra nella partita di UEFA Champions League vinta in casa per 3 2 contro il Bayern Monaco.

AZMOUN COME DOPO MILIK?

Sardar Azmoun Zenit San Pietroburgo

Non è sicuramente da escludere la possibilità che Azmoun sia l’uomo giusto per sostiture una possibile partenza di Arek Milik. L’attaccante iraniano ha la statura adatta e soprattutto ha dimostrato di essere presente in zona gol. Il bomber polacco al momento non ha ancora rinnovato e non è detto che vestirà la maglia azzurra anche il prossimo anno (CLICCA QUI per la notizia sulla possibile cessione di Milik).

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy