shinystat spazio napoli calcio news Insigne, l'ex presidente: "Non deve far parlare gli altri al posto suo, lo mettono in cattiva luce. Lorenzo ha a cuore i napoletani!"

Insigne, l’ex presidente: “Non deve far parlare gli altri al posto suo, lo mettono in cattiva luce. Lorenzo ha a cuore i napoletani!”


Il mondo dei tifosi è ormai spaccato in due parti: pro Insigne e pro Ancelotti. L’idea di una possibile crisi tra il capitano azzurro e il tecnico ha suscitato un gran polverone nel mondo dei supporters partenopei.

Cosa chiede Ancelotti? Di cosa avrebbe bisogno Insigne? Cosa sbagliano entrambi? Sono queste le domande più frequenti alle quali i tifosi tentano di dare una risposta.

La redazione di Gonfialarete.com ha dunque contattato in esclusiva Orazio Vitale, il presidente della scuola calcio Olimpia di Sant’Arpino, la scuola calcio dove Lorenzo Insigne ha mosso i suoi primi passi in questo mondo.

LE DICHIARAZIONI

“Lorenzo ha molto a cuore i tifosi del Napoli e spesso viene messo in difficoltà da situazioni particolari, ad esempio quando le persone parlano per lui. Tutto ciò lo mette in una posizione scomoda con i tifosi e con l’ambiente. Si trova spesso al centro di un crocevia, da una parte c’è una schiera di tifosi che lo difende, dall’altra invece c’è chi lo critica, fa parte del gioco, certo, ma dovrebbe essere lui a parlare direttamente d’ora in avanti quando succede qualcosa del genere. Ci sono persone che parlano per lui, a volte la famiglia, ma così facendo mettono in cattiva luce lui sia lui che l’allenatore. Ma dovrebbe essere stesso lui a chiedere un po’ di riservatezza. È logico che i parenti lo difendano ma certe dichiarazioni in pubblico, come certi post sui social, andrebbero evitate”.

IL CARATTERE DI INSIGNE

“Lorenzo è un ragazzo molto riservato, anche quando qualcosa non gli sta bene spesso tace anziché parlare proprio perché timido. Lui è un tifoso del Napoli e ama giocare per il Napoli. Dispiace molto di questa storia, la stampa parla di questo polverone e di questa possibile crisi tra lui e Ancelotti. Tutto questo non lo aiuta, anzi”.

COSA FARE

“In questi casi sarebbe opportuno un silenzio stampa per evitare altre polemiche. È giusto che venga criticato quando deve essere criticato, se sbaglia, ma attaccarlo per motivi di cui non conosciamo i dettagli mi sembra una follia”.

INSIGNE GIOCATORE

“Abbiamo un ottimo rapporto. Noi lo riteniamo un campione, un talento indiscusso. È senza dubbio uno dei migliori talenti italiani. Sentirsi dire che Insigne non è un giocatore da Napoli per qualche partita sbagliata mentre poi viene osannato per una buona giocata o un bel gol, chiaramente lo destabilizza. Lui ha bisogno di avere fiducia dall’ambiente che gli sta attorno”.

LA TRIBUNA

“Mi sembra strano che sia stato lasciato in tribuna contro il Genk. Non conosco la situazione nel dettaglio ma abbiamo visto come si è messa la partita e un giocatore come lui può risolvertela con una giocata. Almeno in panchina andava portato. Credo che possa essersi rotto qualcosa, magari c’è stato uno screzio ma non potrei dirlo con precisione perché non conosco i fatti nel dettaglio. Attorno a questa situazione però si è creato un clamore enorme e adesso si trova all’interno di un ciclone mediatico. Lui non merita tutto questo”.

Per seguire tutte le news sul mondo Napoli CLICCA QUI