shinystat spazio napoli calcio news Meret suona la carica: "Sette gol subiti sono troppi! Con la Juve falsa partenza, ma ottima reazione. Su Llorente e Lozano..."

Meret suona la carica: “Sette gol subiti sono troppi! Con la Juve falsa partenza, ma ottima reazione. Su Llorente e Lozano…”


L’intervista ad Alex Meret a pochi giorni dalla gara con la Sampdoria

Il portiere del Napoli e della Nazionale, Alex Meret, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli parlando di questo inizio di stagione e dei propositi per il prosieguo del campionato. Ecco quanto evidenziato:

MERET ITALIA

“Con l’Italia è stata una bella settimana, abbiamo fatto due vittorie che ci portano vicino alla qualificazione agli Europei. Sono stato orgoglioso di far parte del gruppo, speso si possano vincere le prossime partite e chiudere la qualificazione.

MANOLAS E KOULIBALY

Manolas e Koulibaly? Non siamo partiti benissimo con la fase difensiva, 7 gol sono tanti. Però avere due giocatori così, come anche gli altri centrali, è importante. Kostas e Koulibaly non sono ancora affiatati perché hanno giocato poco insieme, ma sono certo che presto troveranno la migliore intesa. Ci vuole equilibrio perché davanti siamo stati bravi. I nostri attaccanti sono stati bravi. Dobbiamo avere un po’ più di attenzione nelle coperture preventive per prendere meno gol.

LA SCONFITTA CON LA JUVE

Com la Juve abbiamo fatto 60 minuti sottotono e con la Juve non te lo puoi permettere. Nonostante il 3-0 siamo stati bravi a crederci e dopo il primo gol abbiamo giocato bene. Il pareggio è stato un segnale di forza, quella partita ci deve far riflettere. Non è da tutti rimontare, questo ci deve dare forza. Peccato per l’autogol finale. Capita a tutti di sbagliare, sicuramente non si può criticare Koulibaly. Ci sta di sbagliare. L’importante adesso è rialzarsi e pensare alle prossime partite.

La Sampdoria è una squadra di primissimo piano e soprattutto davanti ha giocatori molto pericolosi. Sarà la nostra prima partita al San Paolo e non possiamo sbagliare. Dovremo approfittare dei punti deboli della Samp. Dopo la sconfitta con la Juve avremmo voluto giocare il giorno dopo per riscattarci. Però c’è stata la sosta e ora è passato, ora dobbiamo pensare a sabato.

LA QUALITÁ MENTALE

Di Lorenzo? Si è calato benissimo nella nuova realtà. È un ottimo ragazzo e si sta integrando benissimo. Spero possa crescere sempre di più per essere un giocatore importante per noi. La testa è fondamentale per un giocatore. Le qualità contano fino ad un certo punto, poi servono: serietà, applicazione, allenamento. Tutto parte dalla testa e dalla serenità. Io cerco di lavorare tanto su questi aspetti.

Liverpool? si parte subito von una grande sfida e per noi sarà una partita difficile. Sappiamo che in Champions è così e dovremo approcciare subito al meglio. Da bambino era un grandissimo sogno giocare la Champions. Adesso che mi trovo qui e posso giocare questa competizione sono molto felice, ammesso che il mister decida di mettermi in campo.

IL MODO DI GIOCARE

Abbiamo sempre cercato di fare la partita e avere il possesso del pallone. Con Koulibaly e Manolas, che sono molti forti nell’uno contro uno, potremo permetterci di giocare più alti, ma sempre senza perdere equilibrio.

Lozano è sicuramente una alternativa importante ai già forti attaccanti che abbiamo davanti. Con la Juve ha fatto una grande partita, speriamo possa continuare ad aiutarci. Llorente? Abbiamo un gruppo giocare, avere qualcuno più esperto fa bene. Sono convinto che potrà aiutarci, un attaccante anche di qualità diverse sarà importante per noi. Speriamo possa fare un gran campionato.

Napoli sia come società che come tifo ti fa crescere. Spero di poter trovare continuità dopo l’infortunio dello scorso anno e impormi ancora di più. La Nazionale è uno degli obbiettivi, spero di esserci all’Europeo. Lavorerò per raggiungere l’obiettivo. L’attaccante che mi mette più in difficoltà in allenamento? Un po’ tutti, sono forti ed è difficile fermarli”.

Per seguire tutte le news sul calcio Napoli clicca QUI