shinystat spazio napoli calcio news Il Napoli avverte gli incivili: "Ogni comportamento contro il regolamento verrà controllato e sanzionato"

Il Napoli avverte gli incivili: “Ogni comportamento contro il regolamento verrà controllato e sanzionato”


Il Napoli presenta le norme comportamentali dello Stadio San Paolo

La Società Sportiva Calcio Napoli, ha presentato la campagna abbonamenti per la Serie A 2019/2020. La società, nella persona di Alessandro Formisano, Head of Operation and Sales & Marketing ha anche elencato le regole da rispettare all’interno dello Stadio San Paolo e le eventuali sanzioni per i “tifosi” che dovessero rendere partecipi di azioni non adeguate:

Chi si abbona accetta le regole d’utilizzo dello stadio, come avviene per ogni cosa che prevede delle regole. Il codice di condotta prevede non solo interventi delle forze dell’ordine, ma anche i singoli club possano intervenire per violazioni di regolamento, quello a cui spesso si grida come modello virtuoso in Inghilterra per cori razzisti, invasioni, laser, scavalcare, violenza, non rispetto dei posti, utilizzo delle scale o qualsiasi azione in violazione del regolamento, verrà sanzionato anche dal club e non solo dalle autorità”.

Dall’anno scorso, quindi anche quest’anno e per le stagioni future, sono obbligati dal ministero a questo codice e permette al club di ritirare l’abbonamento e non entri più allo stadio. Da quest’anno sarà più facile perché il San Paolo dopo i lavori ha anche una videosorveglianza moderno che utilizzo un riconoscimento facciale con parametro più alto, quello degli aeroporti, dando le immagini alla polizia. Il sistema sarà digitale e potranno essere individuati anche in differita.

I club sono responsabili dall’anno scorso e il ministero ha introdotto questo codice di comportamento. Noi possiamo segnalarli alle forze dell’ordine. Le regole non sono fatte così, tenere le scale libere non è per estetica, ma per un discorso funzionale per l’afflusso ed il deflusso, ma è un discorso di legge per postazioni di pronto soccorso, un certo numero di defibrillatori, medici ecc A fine campionato c’è un bilancio di questo tipo purtroppo tra infarti ed altro. La macchina dei soccorsi deve funzionare bene, è un obbligo. Se non riesce ad intervenire perché dei tifosi lo impediscono è roba da matti e roba da incivili. Settore ospiti? Ovviamente. C’era anche prima, ma ora il sistema di videosorveglianza è digitale col riconoscimento facciale. Si può ricostruire tutta la scena per chi lancia un petardo, quindi devono pensarci su ora”.

Per essere sempre aggiornato sul Calcio Napoli (CLICCA QUI!)