shinystat spazio napoli calcio news Carli furiosio: "Il rigore è assurdo. Se non c'è chiarezza il VAR diventa una barzelletta"

Carli furiosio: “Il rigore è assurdo. Se non c’è chiarezza il VAR diventa una barzelletta”


il ds Carli critico nei confronti dell’arbitro

Il ds del Cagliari Marcello Carli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky nel post partita di Napoli Cagliari.

Ecco le sue parole:

“Come fa a capire l’arbitro da quelle immagini a capire se il fallo di mano è dentro o fuori? È un rigore davvero assurdo! Il problema è un altro, se il VAR vogliamo farlo diventare una barzealletta continuiamo così. È uno strumento straordinario ma un punto per il Cagliari è vita! Adesso mi dovete spiegare lo scienziato che era al VAR che ti va a inventare questo rigore. Che responsabilità si è presa? Se non c’è chiarezza diventa una barzelletta, è una cosa allucinante.

IL VAR è un servizio oppure un modo per giustificare che qualcuno voglia fare il fenomeno? Il calcio esiste perché ci vuole rispetto di tutte le squadre. Un punto per noi vuol dire la vita. E questo vale per tutte le altre squadre. Che ti vai a inventare a 30 secondi dalla fine? E poi anche il recupero di cinque minuti mi è sembrato eccessivo. Giustificatemi voi questo rigore. Qui c’è un gruppo di ragazzi devastati, l’allenatore si è beccato anche l’espulsione ingiustamente. Mi sento veramente preso in giro. Ciò che mi fa incavolare, ripeto, è che il VAR sia diventato una barzelletta.

Prendiamo in considerazione la partita di ieri tra Udinese e Inter. Nell’episodio del fallo l’arbitro non è andato nemmeno a consultare il VAR. Siamo veramente incazzati neri. La certezza geometrica non esiste in questo caso. È stato un rigore molto generoso. Sono incavolato sia con l’arbitro e sia con l’addetto al VAR, con Mariani in questo caso, è stata una mancanza di rispetto totale nei nostri confronti.

Quando lotti per la sopravvivenza un punto è tanta roba credetemi. Immaginate se quest’arbitro avesse arbitrato la finale di Coppa Campioni, cosa sarebbe successo? Se Capello avesse perso una coppa per una situazione simile cosa avrebbe fatto? L’arbitro ha fatto semplicemente uno show e la cosa mi fa incazzare. Io non contesto il fallo di mano, ma nessuno può dire se è avvenuto fuori o dentro l’area di rigore. A me rompe le scatole quando gli arbitri cercano di fare i professionisti. Noi credevamo in modo importante, volevamo uscire imbattuti e volevamo farlo per i nostri tifosi. L’espulsione del nostro giocatore è ingiutificata. Ci sentiamo presi in giro da una decisione cervellotica”.