Home » Copertina Calcio Napoli » GdS - Sei squadre da evitare. Pericolo Chelsea e Arsenal. Tre i club più deboli

GdS – Sei squadre da evitare. Pericolo Chelsea e Arsenal. Tre i club più deboli

Alle ore 13 di oggi, in quel di Nyon, verrà effettuato il sorteggio che deciderà gli ottavi di finale di Europa League che si giocheranno il 7 e il 14 marzo. C’è il pericolo derby italiano con l’Inter, visto che non ci sono più limiti da questo sorteggio in poi. Ecco quanto scrive La Gazzetta dello Sport in merito all’urna:

“Chi temere? Facile, spagnole e inglesi. Quest’ ultime perché sono le più «nobili» del torneo; Chelsea e Arsenal, due da ottavi di Campions, non di Europa League. Due club al 17° e al 10° posto del ranking Uefa. Due club con organici temibili, anche se i Blues sono in crisi di risultati, i Gunners più altalenanti.

Ma la prima del torneo nel ranking europeo è il Siviglia (n.7), che se in Liga, dov’ è quarto comunque, ha vinto un match negli ultimi 8 incontri, nel continente è il club con più Europa League in bacheca, 3, come l’ Atletico Madrid, 5 comprese le 2 coppe Uefa, ed è in assoluto il club che ne ha vinte di più, tutto compreso. Ecco, la Spagna non è solo Siviglia, ma anche il Valencia, uno dei quattro reduci dai gironi di Champions League (quello con la Juve, come le italiane e il Benfica), e il Villarreal, il meno forte, come anche la Liga dimostra (è terzultimo).

Detto delle iberiche e inglesi, da seconda fascia di difficoltà c’ è l’ Eintracht: sin qui in Europa 7 vittorie e un pari (2-2), col vicere dei bomber europei il 21enne serbo Luka Jovic (6 gol, 14 in campionato, da capocannoniere); con 23 reti il club di Francoforte è l’ attacco n.1 del torneo davanti al Salisburgo (22) – col numero 1 dei goleador, l’ israeliano Dabbur a 7 reti (e 14 tiri in porta) – e al Siviglia (a 21). Proprio gli austriaci, che l’ anno scorso hanno fatto fuori la Lazio ai quarti con la rimontona (4-1) al ritorno, sono il team che inquadra di più la porta, e seconda in assoluto nei tiri. Da evitare anche il Benfica, rinato col 42enne Bruno Lage in panchina – 10 vittorie su 12 gare -. I più deboli? Krasnodar, lo Slavia Praga e il giovane Rennes di Niang”.