shinystat spazio napoli calcio news Insigne: "Siamo una grande squadra, i mancati gol solo una questione di sfortuna. Orgoglioso della fascia, vogliamo arrivare a Baku"

Insigne: “Siamo una grande squadra, i mancati gol solo una questione di sfortuna. Orgoglioso della fascia, vogliamo arrivare a Baku”


Insigne in esclusiva a Radio Kiss Kiss Napoli

Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

Queste le sue parole: “Per restare umili è importante ricordarsi da dove si viene. Io ho dato tanto, ho fatto tanti sacrifici che mi stanno ripagando e spero sia sempre così. La fascia è una responsabilità in più, ma mi sono sempre sentito responsabile della squadra, da napoletano tifoso del Napoli. Ora c’è da cercare di tenere compatto tutto l’ambiente.

Speriamo di avere la fortuna di beccare una squadra abbordabile. Siamo tutti forti, l’importante è affrontare tutte le partite con la voglia ed il cuore di arrivare in fondo (intervista andata in onda prima del sorteggio, n.d.r). Speriamo di passare il turno. Mi sono complimentato con Verdi ed Ounas, che possono darci una grossa mano.

Io tutti i giorni vivo coi miei compagni, facciamo tanti sacrifici. È ora di conquistare qualcosa di importante. Ci sono mancate serenità sotto porta e cattiveria, ma ci stiamo lavorando e spero, dopo ieri, che faremo una grande prestazione contro il Parma. Sfatiamo questo tabù del gol, anche perché giochiamo bene. Io credo sia sfortuna, dobbiamo stare tranquillo. Mi dispiace non essere con la squadra a Parma, prima della Juve c’è da vincere al Tardini. Ma sono sicuro che i miei compagni faranno una grande partita oltre che una grande prestazione.

Il mister dà fiducia a tutti, e i ragazzi, anche i più giovani, lo stanno ripagando e possono darci una mano. Ancelotti? Il mister trasmette serenità, dà fiducia a tutti noi, è una cosa importante perché ci alleniamo tutti carichi e motivati. Chi sta bene gioca, nessuno si sente intoccabile, la concorrenza fa bene e questa è una sua specialità. Sento spesso Marek, lui ha dato molto a questa città. L’unica sua pecca forse è stato essere troppo buono, ma ha dato tanto e va solo apprezzato. Mi dispiace che sia andato via senza salutare, questo dispiace davvero. L’altro ieri ci siamo sentiti in video-chiamata, lo trovo dimagrito (ride, n.d.r). Roberto mio fratello? Sta facendo molto bene in B col Benevento, io spero possa tornare per restare. Giocatori con la sua qualità qui fanno sempre comodo.

Per me è importante far parte della Nazionale e spero di rimanerci quanto più tempo possibile. A Baku spero di andare col Napoli a maggio, abbiamo tutte le carte in regola per farlo. Ci andremo con l’obiettivo della finale!”.