Sarri in conferenza: “Vittoria importante, era una partita a rischio”

Maurizio Sarri, dopo la vittoria per 3-1 sul Bologna che ha riportato il Napoli in vetta alla classifica ha parlato in conferenza stampa, queste le parole del tecnico azzurro:

“Non ci prepariamo ad una volata di Primavera, da Agosto fino a dieci giorni fa il Napoli non ha più avuto una settimana intera per lavorare, in questo periodo è importante e ci può costare qualcosa a livello di brillantezza, questa era una partita a rischio.

In questi giorni mi sono concentrato sulla partita e non sul mercato. Zielinsky e Rog stanno crescendo molto, il primo ha tante presenze e tanti minuti, il secondo ha molte presenze, ma mi piacerebbe dargli qualche minuto in più, ma togliere ora Allan è veramente difficile. Sono due ragazzi che ci possono dare una grande mano soprattutto in questo tipo di partite.

Non vogliamo far paura alla Juve, per noi conta la bellezza, la ritengo l’unica strada che può portarci a qualche risultato. Oggi abbiamo concesso troppo nei primi minuti, meglio nel secondo tempo.

Non volevo creare polemica, il mio pensiero è quello che bisogna esserci un trattamento più uniforme, giocare nove volte prima della Juve non va bene, avrei preferito altre condizioni, anche se questo può influire 100 come può influire 0, ci sono momenti del campionato in cui i punti valgono doppio. Non mi è piaciuta la risposta della lega, se la Juve non vincesse sempre sarebbe meglio.

Dries ha avuto un momento di calo, è normale, c’erano sensazioni di ripresa, sapevo che sarebbe tornato al gol. Ha fatto un gol da fuoriclasse, ci da quel senso di bellezza che cerchiamo.

Albiol ha avuto un leggero risentimento, era in ripresa ma ho preferito non rischiarlo.

Se c’è da rischiare prenderemo l’autostrada contromano, siamo una squadra che ha sempre dimostrato di osare, anche contro il Real ed il City.

Tonelli si sta allenando con continuità ed è tornato in gruppo. Su Machach la società non ha ancora deciso se tenerlo, ha una buona tecnica, può fare la mezz’ala e anche l’esterno d’attacco, è un giocatore offensivo, ma non sta ancora benissimo fisicamente.

Quando ero ad Empoli ho notato qualche aiutino alle big, da quando sono a Napoli no. Oggi le scelte dell’arbitro sono state giuste, Masina è stato ingenuo. Con Verdi c’è stato solo un semplice saluto.”

 

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI