shinystat spazio napoli calcio news Youth League, gli azzurrini dimostrano carattere

Youth League, gli azzurrini dimostrano carattere


Battesimo in Europa non proprio felice per il neo allenatore del Napoli primavera, Loris Beoni.
Nella sfida andata in scena sul campo di Frattamaggiore, gli azzurrini sono stati travolti dai coetanei del Manchester City i quali sono riusciti a chiudere il primo tempo già sullo 0-5.
Nella ripresa i ragazzi di Beoni hanno dimostrato una buona reazione anche se ormai il risultato era già compromesso ed i ragazzi si sono svegliati forse troppo tardi per recuperare una partita già indirizzata. Il Manchester City si è portato a casa i tre punti grazie al risultato finale di 5-3.
Ennesima sconfitta, dunque, per il Napoli in Youth League, anche se è necessario ammettere che la squadra inglese presenta oggettivamente un livello tecnico superiore grazie anche ai numerosi soldi investiti dalla società nel settore giovanile. E, comunque, nonostante il buon livello tecnico degli avversari, il Napoli è riuscito a mettere a segno 3 reti dimostrando una reazione di carattere ed orgoglio.

Il Manchester City, grazie a questo risultato, ha consolidato il primo posto nella classifica nel girone confermando le previsioni dei bookmakers come bwin livescore. La squadra partenopea è scivolata al terzo posto, alle spalle dal Feyenoord che ha pareggiato nell’ultima sfida contro lo Shakhtar, prossimo avversario della squadra di Beoni e ultima nel raggruppamento.
Infatti, attualmente, la classifica del GRUPPO F della UEFA Youth League vede al primo posto il Manchester City a quota 12, segue il Feyenoord a 5, Napoli a 4 ed infine lo Shakthar a quota 1.
Nelle prossime sfide in Europa, i partenopei dovranno affrontare la sfida in casa contro gli ucraini dello Shakhtar e la trasferta in Olanda contro i coetanei del Feyenoord.

Al termine della sfida contro il Manchester City, il tecnico del Napoli primavera, Loris Beoni, ha fatto intendere di voler lottare duramente nelle prossime sfide: “Dobbiamo lavorare su questa squadra, abbiamo un percorso di alti e bassi ma è comprensibile. I ragazzi non possono aver assorbito tutto in dieci giorni che sono qua, c’è da lavorare per crescere. Negli spogliatoi ho detto ai ragazzi che questa è una giornata importante per loro, perché hanno imparato tanto. Nella ripresa ci siamo ritrovati e questa lezione per loro è importante”.