Napoli, occhio alle distrazioni: 4 insidie nascoste nella trasferta di Bologna

L’edizione odierna de Il Mattino, nel presentare il match di questa sera che vedrà impegnato il Napoli contro il Bologna, elenca 4 possibili insidie da tener presente nella trasferta in casa dei rossoblu di Donadoni.

Sarri dovrebbe fare come Ulisse – si legge sul quotidiano napoletano – e tappare le orecchie alla sua ciurma mentre naviga verso la partita di stasera. Troppe le sirene che cantando rassicuranti possono indurre ad abbassare la guardia.

Prima sirena: la marcia trionfale della squadra in questi primi 4 impegni ufficiali (campionato e playoff di Champions) che potrebbe aver gonfiato l’autostima del Napoli. La cosa, in sé, è positiva, ma spesso ha generato qualche sufficienza come effetto collaterale, sopratutto con le piccole.

Seconda: l’esordio in Champions di mercoledì contro lo Shakthar potrebbe suggerire di non sperperare energie.

Terza: la consistenza del Bologna che ha iniziato con il passo giusto (una vittoria a Benevento e un pari con il Torino) e che ha un bel po’ di individualità (da Verdi a Di Francesco).

Quarta: sulla panchina avversaria siede Donadoni, un tecnico che quando vede Napoli si esalta.