IL MATTINO – Accoglienza da incubo a Verona: cori razzisti e violenza contro i napoletani

Un Verona-Napoli da incubo per gli azzurri. Non per il risultato, che ha visto la compagine partenopea trionfare senza particolari problemi. Piuttosto, per il trattamento riservato dal pubblico dello Stadio Bentegodi alla squadra ospite, così come ai tifosi partenopei. Uno spettacolo assurdo, orrendo, raccontano nei minimi dettagli dall’edizione odierna de Il Mattino.

INSULTI E VIOLENZA, COSI’ NON VA

L’edizione odierna del quotidiano partenopeo, infatti, riporta come l’atteggiamento del pubblico di casa sia stato assolutamente irrispettoso e deprecabile, lontano da qualsiasi sano sfottò legato alla storica rivalità tra le due tifoserie in questione. Un atteggiamento tendenzialmente razzista, come riportato di seguito nel passaggio dello stesso quotidiano.

“Pensate alla scena, con lo speaker che legge la formazione, prende una pausa dopo il nome e dall’alto del Bentegodi si sente il coro ‘scimmia’. Così per undici volte. Con trattamento speciale per Lorenzo Insigne, a cui viene spesso rivolto anche un ‘buu’ di accompagnamento per ogni sua azione. Insigne non si scompone mai, anzi più lo insultano più i suoi scatti sembrano rapidi. Non si lascia mai andare, tranne alla fine. A quel punto si batte la mano sul pettom lì dove c’è il cuore, appunto. Lo stadio fischia, a lui non importa”. 

ATTEGGIAMENTO PERICOLOSO

Il quotidiano, inoltre, riporta come al termine della partita le tensioni siano aumentate vertiginosamente. Alcuni ultras del Verona, infatti, hanno letteralmente sradicato vari sediolini e li hanno lanciati nel settore dei tifosi napoletani, completando l’opera di accoglienza becera verso gli ospiti.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI