shinystat spazio napoli calcio news ESCLUSIVA - Napoli-Dimaro, si va verso il rinnovo per altri tre anni: ci sarà anche un altro campo!

ESCLUSIVA – Napoli-Dimaro, si va verso il rinnovo per altri tre anni: ci sarà anche un altro campo!


L’ultima sera a Dimaro ha un sapore speciale: ha una forza intrinseca capace di scatenare i paesaggi, i ricordi, le emozioni. Perché poi venti giorni finiscono inevitabilmente per inglobarti, assuefarti, ridarti la condizione e la concezione che il calcio resta qualcosa di tremendamente lontano dal mero ‘gioco’. Ci sono notizie, e ce ne saranno di belle: e certi amori no, non sanno finire.

L’IDEA

Napoli a Dimaro ci sta bene. Anzi: ci sta una meraviglia. E tutto il mondo azzurro è in attesa di scoprire il proprio futuro indipendentemente da quel che sarà la prossima stagione. Dipendentemente da talune condizioni, però: in primis, un secondo campo in grado di accogliere i supporters azzurri per le amichevoli di precampionato. L’idea c’è, probabilmente arriveranno i progetti: dopodiché si potrà arrivare alla firma. Con certezze e solide basi, la stretta di mano non può non arrivare.

ANCORA PER TANTI ANNI

La trattativa prosegue come tra due innamorati: c’è la voglia di non lasciarsi, di non farlo mai. Ma le condizioni devono soddisfare entrambe le parti, altrimenti si finisce solo per star stretti: alla base, in ogni caso, la possibilità di avere un’ulteriore prova d’amore per tre anni, con la possibilità di estenderlo ad un quarto. Dunque, resiste un progetto nato anni fa. E resiste con la consapevolezza che insieme si può crescere, maturare, vincere.

NUOVO FORMAT?

Le strade dei ritiri sono infiniti. Il Napoli si guarda attorno con una concezione diversa, nuova. Soprattutto di sé. Soprattutto del suo marchio. Allora volar via non è più utopia, mai stata fantascienza. E l’occhio (a mandorla) vorrebbe avere anche il suo pezzo d’azzurro. Ecco, sì: l’ipotesi Oriente, estera in generale, non tramonta. Conseguentemente, c’è una nuova immagine di Dimaro che si fa largo. Non più aut aut: Val di Sole e Sol Levante possono coesistere. Magari partendo dalla frenesia e dalla voglia di Napoli di chi ha masticato migliaia e migliaia di chilometri nella propria vita. E poi tornare a casa, dalla propria famiglia: ché non c’è niente di più bello del sorriso di chi sa come prenderti.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Cristiano Corbo

Vittorio Perrone, Cristiano Corbo, Antonio Manzo e Luca Forte

Preferenze privacy