shinystat spazio napoli calcio news Napoli Sarri: l'attacco è da panchina d'oro, per lo scudetto serve la difesa

Bravo mister Sarri! Attacco da panchina d’oro ma per lo Scudetto serve la difesa


Napoli Sarri. Maurizio Sarri è fresco di “Panchina d’Oro” 2016. Il riconoscimento al suo lavoro vale davvero oro quando sai che a premiarti sono stati i tuoi colleghi. Massimiliano Allegri ha riservato i suoi sinceri auguri al tecnico azzurro. Così Massimo Oddo ha confessato di aver votato per l’allenatore in tuta. L’anno scorso è stato un anno d’oro: dopo l’esperienza ad Empoli l’esordio con una big. Il Napoli appunto col quale ha raggiunto il secondo posto in Serie A e ha reso Gonzalo Higuain un pezzo della storia del campionato.

NAPOLI SARRI: L’ATTACCO COME ARMA VINCENTE

Ci sono diversi numeri che testimoniano l’ottimo lavoro di Maurizio Sarri. Oltre al posizionamento in campionato e al passaggio del girone in Champions League. Sicuramente una squadra offensiva e spettacolare è tra i meriti del toscano. Non è un caso che proprio OptaPaolo abbia voluto sottolineare questo aspetto. Il Napoli infatti risulta essere la squadra della massima serie ad aver effettuato più goal, tenuto più il possesso e tirato più in porta da quando è iniziata la gestione Sarri. I partenopei hanno segnato ben 148 reti contro le 147 della Roma e le 134 della Juventus. Sono 1159 i tiri degli azzurri, contro i 1089 dei capitolini e i 1040 dei torinesi. Infine impressionante il possesso palla: 62%, ad indicare il dominio del gioco in campo.

PER LO SCUDETTO SERVE LA DIFESA

Se il reparto offensivo sembra quindi dare certezze, la difesa rappresenta una nota dolente. Il Napoli tra campionato e coppe fino ad oggi ha subito 50 reti. Numeri troppo elevati per chi punta a importanti trofei. 32 volte la porta di Reina è stata bucata in Serie A TIM contro le 19 della Juventus. Ma particolarmente preoccupante è il dato relativo al secondo tempo. Dei 32 goal ben 23 sono arrivati nella ripresa, in pratica oltre il 60% del totale. Insomma la compagine di Sarri si ritrova con la quinta difesa in campionato e la settimana prossima incontrerà la prima. Per lo scudetto e una nuova panchina d’oro bisogna partire da dietro, dal basso. E Sarri sa perfettamente come, lavorando partendo dal basso, si possano ottenere grandi successi.

 

Clicca QUI per scaricare la nostra APP per IOS e Android

Preferenze privacy