shinystat spazio napoli calcio news Immobile: "Mi piace Sarri, ha espresso il miglior gioco in Italia insieme alla Juve. Futuro? Deciderò a breve"

Immobile: “Mi piace Sarri, ha espresso il miglior gioco in Italia insieme alla Juve. Futuro? Deciderò a breve”


Una conferenza stampa ricca di spunti, quella riportata dall’edizione online del Corriere dello Sport, analizzando il passato recente, avaro di soddisfazioni, e con una finestra sul futuro, chissà, con il panorama del Golfo all’orizzonte.

Ciro Immobile a 360°, scavando dentro se stesso, con la voglia di ripartire, da protagonista, ed un messaggio che non ha bisogno di particolari orpelli: “Oltre la Juventus, la squadra che ha giocato meglio è stata l’Empoli di Sarri, sia in movimento che nei calci da fermo. Sarri è un tecnico preparato, mi piace, il Napoli ha fatto la scelta giusta”. 

IL MERCATO – Un segnale? Forse, immancabili le considerazioni sul mercato che verrà: “Fa piacere essere accostato a tante squadre, essendo italiano soprattutto. L’anno prossimo, nel caso cambiassi squadra, c’è da fare una scelta importante, a fine anno ci sarà l’Europeo e per essere protagonista dovrò disputare un’annata come quella dell’anno scorso al Torino. Potrei anche farla a Dortmund, è cambiato l’allenatore ed avrò un’occasione”.

ANNATA IN CHIAROSCURO – Doverosa un’analisi degli errori di quest’anno, la stagione della consacrazione mutata in un nugolo di rimpianti: “Le colpe vanno divise, il problema principale è che la squadra non ha giocato da Borussia. Una squadra da 50 occasioni a gara che quest’anno aveva difficoltà nel costruire, nell’arrivare nell’area di rigore avversaria. Hanno sofferto giocatori che erano lì da anni, ovvio capitasse anche a me, ho sofferto il doppio. All’inizio giocavo di più, ma i risultati non arrivavano, poi il tecnico ha puntato su Aubemayang ed i risultati sono arrivati, e quindi mi sono ritrovato indietro nelle gerarchie. Dovevo sfruttare meglio quest’occasione, sono consapevole che le colpe non siano solo mie, non mi piace andare via, o restare, da perdente. Devo vagliare bene il mio futuro”.

TEMPI BREVI – Valutazioni da definire a breve giro di posta: “La Bundesliga inizia presto, le squadre italiane vanno in ritiro il 10 luglio, in Germania la stagione inizierà il 29 giugno, avrò due/tre settimane per farmi conoscere dal nuovo tecnico e vedere come andranno le cose”.

Idee chiare e propositi delineati, ed un feeling già evidente con Maurizio Sarri, se son rose…