shinystat spazio napoli calcio news Imprecisione o sfortuna? Nove legni, due rigori parati: fossero stati solo quattro, guardate dove sarebbero ora gli azzurri...

Imprecisione o sfortuna? Nove legni, due rigori parati: fossero stati solo quattro, guardate dove sarebbero ora gli azzurri…


Tanti, in troppi, non credono nel destino… fanno bene oppure no? Ad inizio stagione erano in pochi coloro che dicevano che il Napoli non vinceva solo perchè andava tutto storto per colpa delle stelle. Tutti cercavano di dare la colpa a qualcuno: Benitez, Rafael, Hamsik, difesa, De Laurentiis. Per un momento allora, evitiamo di parlare di imprecisione degli attaccanti: la sfortuna si può quantificare?

LA PIU’ SFORTUNATA – Se prendiamo in considerazione tutti i tiri del Napoli e li mettiamo in relazione con i rigori parati e i legni presi, possiamo provare a quantificare la cattiva sorte. Il Napoli risulta avere una percentuale di cattiva sorte del 6,1%, questo valore è dato dai 9 legni presi sin ora e dai due rigori parati ad Higuain da parte dei portieri avversari (prendiamo in considerazione le parole di Sportiello che disse che per parare un rigore ci vuole solo fortuna). I più sfortunati sono Insigne, Hamsik e Callejon con 2 legni colpiti a testa. Solo la Juventus è riuscita a prendere così tanti pali, ma è anche vero che la squadra di Allegri tira molto di più, raggiungendo una percentuale del 4,7%. Seguono poi Sassuolo con 3,5%, Palermo con 3,3% e Verona con 3,2%. La Roma invece si può ritenere soddisfatta con il 2,9%. La media nazionale è di 2,2%, ovvero è la soglia oltre la quale una squadra può già iniziare a ritenersi sfortunata. La più fortunata è sicuramente l’Empoli che su 132 tiri ha preso solo una volta il palo, mentre le uniche squadre a non aver preso ancora un palo sono Genoa e Atalanta (che però hanno sbagliato 1 rigore ciascuno).

SE QUELLE PALLE FOSSERO ENTRATE – Se il Napoli avesse rispettato la media nazionale avrebbe avuto la sfortuna di prendere o sbagliare solo 4 tra legni e rigori, ovvero almeno 7 gol in più. Potendo scegliere, il Napoli col Chievo e l’Udinese avrebbe pareggiato e contro Atalanta, Palermo e Inter avrebbe vinto. Questo avrebbe portato gli azzurri ad avere ben 8 punti più di ora, arrivando al 1° posto con 26 punti.