shinystat spazio napoli calcio news La rabbia di Albiol nell'azione del 5-2 del Napoli. Il difensore pronto al riscatto

Albiol assist man per una notte, grinta e precisione per tornare a guidare la difesa


Sono stati tanti i protagonisti della “sestina vincente” di ieri contro il Verona. Ovviamente a risaltare, soprattutto in partite come queste, sono le prestazioni degli attaccanti: Hamsik, Higuain, Callejon, Insigne, autore di un ottima prestazione, e lo stesso Mertens che si è procurato il rigore messo a segno dal Pipita. Ma in questa splendida goleada c’è anche lo zampino di chi non ti aspetti, Raul Albiol.

Per il difensore spagnolo questo inizio di stagione ha i contorni quasi di un incubo. Nonostante il grande impegno che ha sempre profuso in campo infatti, fino ad ora ha collezionato prestazioni molto al disotto delle aspettative ed al livello dello scorso anno. Tanti i goal subiti dal Napoli frutto delle disattenzioni e delle incertezze difensive e tanti i motivi di una tale crisi. L’assenza di un portiere come Pepe Reina, tra l’altro fino allo scorso anno suo compagno di nazionale, che infondeva allo spogliatoio carica e compattezza, le scorie della  mancata qualificazione in Champions che bruciano ancora; il ritardo nella condizione fisica o ancora la mancanza di un compagno di reparto che lo sostenga con esperienza sono i fattori che potrebbero aver influito su questo periodo negativo.

Ma Benitez ha continuato senza indugi a credere in lui, dandogli fiducia e affidandogli le chiavi della difesa. Ad Albiol il compito di guidare un reparto senza leader e regalare ai compagni la sua esperienza e la grande qualità che, nonostante tutto, ha sempre insita. Dunque lo spagnolo sempre in campo: non poteva essere lui il capro espiatorio di questo inizio di campionato deludente della squadra, anche nella delicatissima sfida contro il Verona. Nella gara che ha segnato il ritorno dei campioni Hamsik e Higuain, il difensore è salito anche lui sugli scudi ma in un ruolo alquanto atipico. C’è tutta la sua rabbia e grinta in quella galoppata sulla fascia, dall’area di rigore napoletana a quella veronese, che gli ha permesso di regalare un delizioso assist ad Higuain per il 5-2 degli azzurri. Al termine dell’azione ha esultato come un vero attaccante ed i compagni con lui, consapevole che gran parte di quella rete fosse anche merito suo. La rabbia e l’orgoglio di Raul, assist man per una notte, pronto per tornare a guidare la ‘sua’ difesa ed a trascinare gli azzurri verso traguardi importanti. Bentornato!

Annamaria Iovino
RIPRODUZIONE RISERVATA