shinystat spazio napoli calcio news Il Napoli blinda i suoi gioielli e riparte da Higuain ed Insigne

Il Napoli blinda i suoi gioielli e riparte da Higuain ed Insigne


Il mese di giugno è ormai terminato sintesi della prima parte del Mondiale brasiliano e dei premi lavori dei club europei per il prossimo calciomercato che il 1 luglio aprirà ufficialmente i battenti. Venghino signori, venghino: tra pochissimo partirà la caccia al miglior campione tra dichiarazioni al vetriolo, scambi impensabili, operazioni dell’ultimo minuto e tanto, tantissimo chiacchiericcio che forse oscurerà persino le magie brasiliane del miglior calcio internazionale. Insomma, bisogna armarsi di pazienza: in tempo di mercato tutto è possibile e, per questa ragione, bisogna tenere a freno le coronarie e valutare ogni minima circostanza: ogni squadra proverà a rinforzarsi cercando di non cedere i propri campioni, ammesso che questi non chiedano di cambiare aria.

E’ questo il caso del Napoli, volenteroso di migliorare una rosa già molto buona facendola diventare ottima, liberandosi delle pedine in esubero e mettendo sempre di più sotto i riflettori i propri diamanti. Tra questi Gonzalo Higuain e Lorenzo Insigne, due giocatori molto diversi tra loro non solo come storia e temperamento ma soprattutto  come capacità tecniche, entrambi protagonisti del Mondiale, uno ancora in Brasile con l’Argentina e l’altro già a Napoli, reduce dalla débâcle dell’Italia. Eppure, entrambi sono stati accumunati dalle tante voci di mercato sul loro conto e, per fortuna, da un fulmineo dietro front.

Il chiacchiericcio legato al Pipita verso Barcellona è ormai cosa nota ai più: secondo Marca e Mundo Deportivo la trattativa era già ormai conclusa, valigia fatta, charter diretto da Rio. Gonzalo non smentisce ma, visibilmente annoiato, resta concentrato sulla Seleciòn che approda agli ottavi e continua la sua corsa alla Coppa del Mondo anche grazie al contributo di sacrificio dell’attaccante partenopeo. Chi tace acconsente spesso si dice ma per fortuna, a volte non è così. Arriva precisa la smentita di Higuain senior, che scaccia via ogni perplessità: “Gonzalo al Barcellona? Non posso smentire nuovamente una bugia. Non c’è assolutamente nulla con il Barcellona e mio figlio si trova benissimo a Napoli, non vuole cambiare squadra”. Meglio di così. Eh si, si può: dovesse arrivare anche Michu, come insistono dal Galles, il quadro sarebbe alquanto perfetto.

Anche Lorenzinho non ha bisogno di presentazioni: frutto del sapiente lavoro della scugnizzeria azzurra, ha un passato di enfant prodige tornato per fortuna all’ombra del Vesuvio: due stagioni diverse, l’ultima in crescendo con l’exploit che ha aiutato il Napoli a vincere la Coppa Italia. Poi l’inaspettata convocazione al Mondiale, Prandelli che lo chiama al posto di Rossi ed il sogno che inizia. Ma che, ahimè, si trasforma in un incubo. I suoi agenti inizialmente giocano sul suo futuro rimandando ogni decisione dopo il Mondiale. Ma il viaggio a Rio dura poco ed anche in questo caso, c’è chi ritratta, il suo agente Ottaiano, sempre per fortuna del Napoli: “Il fatto che ci siano squadre interessate a Lorenzo fa sempre piacere, ma lui vuole restare a Napoli ed essere il capitano azzurro del futuro. Qualsiasi società, blasonata o meno, che possa mettere in discussione il futuro di Lorenzo a Napoli, al momento non ha speranze. A meno che la società non riveda i suoi progetti, dove Lorenzo adesso è inserito e protagonista”. 

Il Napoli di Benitez non vuole privarsi assolutamente dei suoi fuoriclasse ed Insigne ed Higuain fanno più che parte del progetto: i tifosi possono così tirare un sospiro di sollievo anche se, durante questa sessione di mercato, ne sentiranno sicuramente delle belle.

Alessia Bartiromo
RIPRODUZIONE RISERVATA