shinystat spazio napoli calcio news Pipita e Calleti, dai trionfi al Real alla prima gioia azzurra. Simbolo di un gruppo che crede in un progetto ambizioso

Pipita e Calleti, dai trionfi al Real alla prima gioia azzurra. Simbolo di un gruppo che crede in un progetto ambizioso


Il trionfo in Coppa Italia ha tanti volti, tante immagini che dipingono alla perfezione questa vittoria. Dalla gioia di Marek Hamsik alla prima coppa da capitano, all’orgoglio irrefrenabile di Lorenzo Insigne per il suo primo titolo in bacheca, vinto da protagonista assoluto con la sua squadra del cuore, passando per l’immensa soddisfazione di Toni Doblas che ricorderà sempre questa breve esperienza azzurra per lui indimenticabile.Ma l’immagine che fra tutte lascia il segno è indiscutibilmente la gioia di Gonzalo Higuain e Josè Maria Callejon.

Due colpi da 90 della scorsa campagna acquisti, due colonne su cui poggia saldamente il Napoli di De Laurentiis e Benitez. Chiedersi il perché è giusto, ma la risposta è altrettanto semplice, parliamo di giocatori abituati ad altre platee, soliti giocarsi fino all’estate scorsa con la maglia dei blancos, il club più prestigioso al Mondo, trofei e riconoscimenti di ben altra portata. Non c’è la decima in palio, non si duella con il Barça più forte di sempre, ma le emozioni sono tangibili, indiscutibili.

Certo si potrebbe ridurre il tutto alla differente cultura sportiva, in Argentina come in Spagna ogni competizione ha un valore assoluto e mai un titolo ottenuto con sudore e fatica potrebbe essere sminuito, principi che dovrebbero essere un vademecum costante per l’intero movimento italiano. Ma sarebbe poco, in questi scatti c’è molto altro. Sono queste immagini a ribadire una volta in più, semmai ci fosse bisogno viste le continue dichiarazioni in merito dei due calciatori, quanto questi due atleti siano legati in maniera indissolubile ad un progetto in cui credono fermamente. Un percorso appena iniziato di cui sono indiscussi protagonisti, nella convinzione di poter ottenere grandi successi, in una piazza, come quella azzurra, che regala emozioni uniche, indescrivibili.

Ora spetta alla società e al tecnico garantire a questi due splendidi atleti un contesto dove rendere al massimo, per regalare al pubblico gioie sempre crescenti, ad oggi Pipita e Calleti si godono il loro primo titolo azzurro, con la certezza di aver appena cominciato a gioire.

 

Edoardo Brancaccio

Riproduzione riservata

 

sarpa-217

pipita coppa