shinystat spazio napoli calcio news Napoli e le sue bellezze, un mix che entusiasma Benitez

Napoli e le sue bellezze, un mix che entusiasma Benitez


La Grande Bellezza è ovunque: in quell’orizzonte che si spalanca e chiede d’essere divorato con gli occhi, nella storia d’una città da godere, nei capolavori d’arte che circondano Napoli e la cingono d’un fascino da cogliere, affinché resti dentro non solo il calcio ma l’essenza della cultura. «L’ho fatto con piacere ed ho compiuto ciò che ritengo un dovere». La Grande Bellezza s’è stagliata dinnanzi allo sguardo estasiato di Benitez in quel tour reale in più e più tappe, in quella presa di coscienza della propria realtà attraversata con la curiosità del turista ingolosito dal panorama e dai monumenti, in quei viaggi last minute nelle viscere di Napoli, vissuta assorbendone i profumi e però anche le emozioni, scoprendola e verificando l’empatia afferrata atterrando e ammirandola sino a restarne sedotto.«Perché questo patrimonio è straordinario e meriterebbe d’essere promosso, con una valorizzazione che miri al marketing».

TOP TEN – Il Nick Hornby della panchina (stavolta un tecnico-scrittore a metà, tra Febbre a 90° e Alta fedeltà) si presentò con un un quiz, il giorno in cui strinse la mano a De Laurentiis per firmare quel contratto annuale (con opzione per la società al 31 maggio prossimo): indicatemi i dieci luoghi di Napoli da vedere a tutti i costi. E in quell’istante, in quel messaggio così diretto al cuore della gente, in quella mano tesa per conoscersi, per prendersi pure epidermicamente, si scoprì che il pallone nascondeva (ben) altro: così, su due piedi, emerse la figura del Gran Comunicatore, però in profondità (a prescindere, e ci mancherebbe, dal 4-2-3-1, dagli schemi e dalle ideologie calcistiche, dalle diagonali offensive e dal sistema difensivo) si racchiudeva la sensibilità d’un personaggio deciso a svelarsi ed a svelare a se stesso quel mondo ancor’ignoto (ma soltanto per poco).

SIGHTSEEING – Il pullman in realtà è un’automobile, un percorso prestabilito attraverso anche la guida della signora Maria de Montserrat, l’altra metà del cielo di casa Benitez, in famiglia Montse, che vive a Liverpool con Claudia e Agahta, le figlie, e che quando atterra a Capodichino sa dove approdare. La Napoli dei Benitez è in realtà una Campania felix che (per ora) s’allunga dalla Reggia di Caserta sino agli Scavi di Pompei, è turbamento allo stato puro non per l’onda anomala di fans che circonda per gli autografi ma per quella visione estatica d’un testimonial d’eccezione: «Orgoglioso di ciò». La Napoli di Benitez è un macrocosmo che rapisce, che va dalla pizza alla Sanità e si sposta al Cristo Velato, è una passeggiata al Palazzo Reale ed un’occhiata al Museo Madre, è una toccata e fuga al San Carlo, con gli orchestrali che apprezzano, applaudo e poi intonano «’o surdat ‘nnamurat». Oje vita, la vita sua (di adesso): Napoli è, per Benitez.
Fonte: Corriere dello Sport

ULTIME NOTIZIE

CHI SIAMO

Spazio Napoli è un giornale online in cui troverai: news Napoli, calciomercato Napoli, biglietti Napoli, foto Napoli, video Napoli, Primavera Napoli.

NUOVEVOCI

Appendice sportiva della testata giornalistica “Nuovevoci” – Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore editoriale “SpazioNapoli.it”: Antonio Manzo

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da SSC Napoli Calcio

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl