shinystat spazio napoli calcio news Lorenzo Insigne, negli occhi l'azzurro del Napoli e della Nazionale

Lorenzo Insigne, negli occhi l’azzurro del Napoli e della Nazionale


Il Mondiale lontano 99 giorni. Cioè sempre più vicino. Lorenzo Insigne nel gruppo di Prandelli al momento c’è: un punto decisamente a suo favore in vista delle convocazioni definitive per il Brasile. Già, perchè quella di stasera sarà l’ultima amichevole dell’Italia prima dei test in prossimità dell’esordio Mondiale. «In questo momento siamo molto fiduciosi sul fatto che Lorenzo possa fare parte della spedizione mondiale», ha detto Antonio Ottaiano, uno dei suoi procuratori. Non lo seguirà stasera al Vicente Calderon di Madrid, in questi giorni però l’ha sentito spesso al telefono.

«Ovviamente Lorenzo è molto felice, ci teneva tanto a questa convocazione e per lui è un motivo di grande orgoglio far parte del gruppo della nazionale azzurra». Lorenzo ritrova la Spagna. L’ha affrontata l’ultima volta con la nazionale under 21, la finale degli Europei a giugno: finì 4-2 per la Spagna con tripletta di Thiago Alcantara che stasera ritroverà da avversario. Una delusione enorme, Insigne scoppiò in lacrime a fine partita. Stasera per l’attaccante di Frattamaggiore l’occasione del riscatto, troverà spazio, a partita in corso. Nel tridente base sugli esterni Prandelli ha infatti provato nella rifinitura di ieri sera Cerci e Candreva con Osvaldo punta centrale. Insigne, quindi, non sarà subito in campo ma sicuramente verrà impiegato durante la partita. Un grande appuntamento, una vera e propria rivincita per Lorenzo che l’unico gol con la nazionale di Prandelli lo ha segnato in un’altra amichevole di grande suggestione, quella dell’agosto scorso all’Olimpico contro l’Argentina.

Insigne insegue il sogno del suo primo Mondiale, nel gruppo di Prandelli ci è entrato da due anni, subito dopo la spedizione europea dell’Italia in Polonia e Ucraina. E nel gruppo di Prandelli c’è anche Maggio, discorso diverso per lui, l’esterno infatti è uno dei veterani del gruppo azzurro, il posto per lui è praticamente assicurato. E infatti anche stasera giocherà dall’inizio nella difesa a quattro, sarà lui il laterale destro nell’undici base di Prandelli, al momento più avanti di Abate. Una difesa inedita con Paletta centrale in coppia con Barzagli e Criscito a sinistra. Maggio punta al secondo Mondiale dopo la sfortunata spedizione in Sudafrica con Lippi, anche per lui questa contro la Spagna stasera sarà l’occasione di una rivincita: il terzino del Napoli era in panchina nella finale stravinta dalle Furie Rosse.

Sono due i giocatori del Napoli nel gruppo di Prandelli rappresentato soprattutto da juventini e milanisti. E Maggio e Insigne vogliono arrivare fino in fondo, cioè in Brasile. Italia-Spagna sarà un altro test importante per tutti e due, l’ultima vera amichevole prima del Mondiale, l’ultima vera occasione per Prandelli di poter fare le sue verifiche. Maggio e Insigne nella lista del ct azzurro: godono tutti e due della stima di Cesare. Ora Italia-Spagna l’amichevole di super lusso, l’ultima finale degli Europei, l’ultima semifinale della Confederations Cup in Brasile. E proprio in Brasile tra i titolari c’era Maggio, sfiorò due volte il gol, mettendo paura a Casillas. Christian che fu anche titolare a Danzica, nella prima sfida del girone eliminatorio degli Europei 2012, quel pomeriggio in Polonia finì 1-1.

FONTE Il Mattino