shinystat spazio napoli calcio news Napoli, dilemma Vargas. Ma Mazzarri lo conforta...

Napoli, dilemma Vargas. Ma Mazzarri lo conforta…


Eduardo Varagas ieri notte contro il Bordeaux ha confermato che il ragazzino impacciato e fuori luogo della scorsa stagione è quasi pronto a lasciare spazio al giocatore vero: quello fatto di velocità, dribblig ubriacanti e tiri al fulmicotone che finora i sostenitori del Napoli hanno ammirato solo grazie a YouTube. Il ventiduenne di Santiago, dopo il ritiro precampionato svolto a Dimaro, ha sicuramente fatto passi in avanti che hanno giovato sia al suo morale, sia a quello di Walter Mazzarri che ha finalmente intuito le sue doti e ha compreso definitivamente di non avere a che fare con un “bidone”. Vargas, oltre a sembrare più tonico fisicamente, riesce a rendersi molto più utile in campo assimilando sempre meglio i dettami tattici del suo allenatore. Proprio il tecnico toscano infatti, nell’immediato dopo gara contro i girondini, ha affermato: Vargas? Speravo segnasse, gli serve fiducia. Ha fatto un’ottima gara, gli è mancato solo il gol“.

BASTERANNO I PROGRESSI?-  Nonostante questi progressi la permanenza di Vargas a Napoli, almeno per quest’anno, non è ancora certa. Il ragazzo cileno ha dimostrato finalmente di avere i colpi, ma per sbloccarsi definitivamente forse avrebbe bisogno di giocare titolare in una piazza tranquilla di Seria A (Pescara? Chievo? Torino?). A Napoli Edu dovrebbe giocarsi un posto con Pandev e Insigne ma la situazione non lo spaventa tanto che il sudamericano preferirebbe restare in azzurro. Bigon e Mazzarri si trovano di fronte ad un bivio: cedere in prestito l’ex attaccante dell’Universidad de Chile sperando che riesca ad affermarsi o continuare a credere in lui anche quest’anno con il rischio però di farlo “marcire” in panchina, bruciandolo così definitivamente?

Ieri la gente del San Paolo ha applaudito e sostenuto Vargas. Loro in Edu continuano a crederci…

Marco Soffitto