shinystat spazio napoli calcio news 23a di A, il Milan rischia grosso a Udine, la Juve pronta ad approfittarne

23a di A, il Milan rischia grosso a Udine, la Juve pronta ad approfittarne

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La 23a giornata di A è particolare per la sua lunghezza. Già iniziata con l’anticipo di Giovedi sera tra Lazio e Cesena, con la spettacolare rimonta dei biancocelesti di Reja, sotto di due reti e di uomo, all’Olimpico, la serie di incontri terminerà Lunedi sera, con i posticipi napoli v Chievo e Siena v Roma.

A Roma, è finita 3:2, con le reti di Mutu e Iaquinta su rigore per gli ospiti; di Hernanes, Lulic e Kozac i gol della rimonta laziale che, per il momento, consentono ai capitolini di albergare in terza posizione, in attesa degli altri incontri che si disputeranno tra Sabato, Domenica ed appunto Lunedi. Napoli a parte, la giornata presenta molti spunti con il match-clou del Friuli e degli interessanti Bologna v Juventus e Parma v Fiorentina.

UDINESE v MILAN (Sabato, ore 18.00)
Partita delicatissima per il Milan che dopo aver steccato in casa, sia col Napoli in campionato, sia con la Juventus in Tim Cup, adesso sono obbligati a cercare tre punti in casa dell’Udinese al Friuli non ha mai perso in questa stagione. Rossoneri che dovranno fare a meno di Ibrahimovic che sconterà la prima delle tre giornate di squalifica, dopo l’episodio di domenica scorsa.
Udinese che, invece, viaggia a vele spiegate, e vincendo aggancerebbe proprio i rossoneri in classifica, a 44 punti.

CAGLIARI v PALERMO (Sabato, ore 20.45)
Va di scena, al Sant’Elia, il “derby” delle isole tra due squadre che stanno facendo il loro campionato piuttosto tranquillo. Il Cagliari, dopo il punticino sotto la neve di Novara, cerca di nuovo conferme in casa, dopo il roboante 4:2 inferto alla Roma. Il Palermo, dal canto suo, può avvalersi di un ottimo stato di forma, dopo lo spettacolare pareggio contro l’Inter e la vittoria interna contro l’Atalanta. Mancherà Miccoli e questo potrebbe risultare un grosso handicap.

ATALANTA v LECCE (Domenica, ore 15.00)
Bergamaschi che ritrovano Denis e pronti a risollevarsi dalle “calde” posizioni di classifica che si avvicinano sempre di più. Vero, gli orobici hanno una partita da recuperare ma sarebbe un peccato non sfruttare l’opportunità di conquistare tre punti a scapito di una diretta concorrente per la salvezza.  I pugliesi, come sempre, saranno costretti a giocare all’arma bianca per cercare di fare punti e non vedere assottigliarsi le possibilità di salvezza.

BOLOGNA v JUVENTUS (Domenica, ore 15.00)
Trasferta delicata per la capolista, stanca dell’impegno infrasettimanale in Tim Cup e ospite di una squadra che nonostante occupi zone di bassa classifica, ultimamente sta trovando la quadratura del cerchio e sta ottenendo anche buoni risultati.  La Juve però vuole riscattare immediatamente il mezzo passo falso casalingo, contro il Siena e ha sicuramente la carte in regola per passare a Bologna.

CATANIA v GENOA (Domenica, ore 15.00)
Messo a referto definitivamente il pareggio interno contro la Roma, con il recupero della rimanente mezz’ora da disputare, adesso il Catania cercherà di fermare l’onda d’urto dell’attacco del Genoa, finalmente al massimo potenziale. Jankovic e Palacio fanno paura, ma mancherà il riferimento centrale, Gilardino, fermo ai box per infortunio. Partita aperta ad ogni pronostico.

INTER v NOVARA (Domenica, ore 15.00)
Impensabile che i nerazzurri possano franare per la terza volta consecutiva sotto i colpi dell’attacco avversario. Otto gol in due partite sono davvero troppi per chi si sta rimboccando le maniche, come l’Inter, a caccia dell’accesso in Champion League e quindi i tre punti sono obbligatori, contro una squadra, il Novara, che ha già un piede in Serie B.

PARMA v FIORENTINA (Domenica, ore 15.00)
Il Parma in casa è una buona squadra, segna molto ma concede anche parecchio all’avversario. La Fiorentina deve dare un’identità al proprio campionato che, attualmente, la vede ancorata anonimamente a metà classifica. I viola non vincono fuori dal Franchi dall’8 Gennaio (3:0 a Novara) mentre il Parma può vantare un bottino di 9 reti nelle ultime tre partite al Tardini. Potrebbe uscirne fuori una gara spettacolare.

SIENA v ROMA (Lunedì, ore 20.45)
Posticipo serale della 23a giornata. Il Siena, gasato dalla vittoria in semifinale di Tim Cup cercherà di confermare in campionato quanto di buono stia facendo vedere in coppa. Siena che, escludendo il 4:0 rifilato alla Lazio, in casa non riesce a concretizzare quanto produce. Di fronte ai toscani la Roma che, dopo aver travolto l’Inter, vorrebbe tre punti per rafforzare la sua posizione in ottica europea e provare a dire la sua anche per un (difficile) piazzamento Champions.

ANTONIO SALVATI

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy