Home » Interviste » Kim si racconta: “L’ho dovuto fare per riuscire a giocare nel Napoli!”

Kim si racconta: “L’ho dovuto fare per riuscire a giocare nel Napoli!”

Il nuovo difensore del Napoli Kim MinJae si è reso protagonista di ottime prestazioni in questo avvio di stagione, realizzando addirittura due gol nelle sue prime cinque partite in Serie A. Il calciatore sudcoreano si è subito ambientato negli schemi di gioco di Luciano Spalletti e nel contesto di squadra e città, diventando un titolare fisso per il tecnico di Certaldo.

Kim, in questo momento in ritiro con la Corea del Sud per preparare l’imminente Mondiale in Qatar, ha rilasciato un’intervista a Star New Korea, in cui ha parlato della sua emozione per l’esordio nella squadra Nazionale e del suo arrivo al Napoli.

LEGGI ANCHE:   Problemi per i tifosi azzurri: sta succedendo all'ingresso dello stadio

Di seguito quanto detto dal calciatore:

Giocare il Mondiale è il sogno di tutti, ma è la prima volta e sono un po’ nervoso ed emozionato. Quattro anni fa ho saltato il Mondiale in Russia per infortunio e ora sono vicino a realizzare questo sogno“.

Kim MinJae Napoli
FOTO: Getty Images, Kim MinJae

Kim sul Napoli: “Spalletti mi ha aiutato”

Spalletti ed i compagni mi hanno aiutato molto ad inserirmi. Ho molte carenze e devo ancora migliorare, ma mi sono concentrato su come riuscirci e ho provato a fare quello che mi chiedeva l’allenatore. È difficile passare in un grande campionato e giocare, ma ho pensato di dovermi adattare incondizionatamente. I miei compagni sono tutti molto bravi e mi sono resto conto che se non avessi tenuto il passo non avrei potuto giocare“.

LEGGI ANCHE:   Ajax-Napoli, in campo anche la storia del calcio

Il calciatore ha infine commentato anche la partita contro il Milan: “L’attaccante più difficile da affrontare è stato Giroud, ha grandi qualità da centravanti e forza fisica: per marcarlo bisogna essere concentrati e tenere la posizione per novanta minuti“.