Home » News Calcio Napoli » Deulofeu al Napoli: Carnevale commenta il possibile acquisto del Napoli

Deulofeu al Napoli: Carnevale commenta il possibile acquisto del Napoli

A “Si Gonfia la Rete” condotto da Raffaele Auriemma, programma radiofonico su Radio Marte, è intervenuto Andrea Carnevale, ex attaccante del Napoli e osservatore dell’Udinese.

La prima domanda è sulla trattativa Deulofeu-Napoli, attualmente in stand by, ma Carnevale non lascia trapelare molto: “Quando arriva Deuloeu? Il mio compito è solo quello di segnalare, non so nulla.” In seguito Auriemma insiste sul giocatore e sulla sua progressione nell’ultimo anno: “Ha ritrovato la via dopo averla smarrita, era un giocatore universale”.

Noi quando l’abbiamo preso al Watford, due anni fa, stava facendo un campionato straordinario e il mio presidente dopo la retrocessione (NdR Watford) ha avuto l’illuminazione di portarlo ad Udine. Ha fatto un po’ di fatica ma io non avevo dubbi sul professionista, lui scende in campo per primo, si riscalda per primo… infatti il finale è stato straordinario, è arrivato ai suoi livelli di prima (Barcellona, Milan, Watford), può tranquillamente giocare nel calcio italiano“.

LEGGI ANCHE:   Calciomercato in uscita, tanto lavoro per Giuntoli: le ultime su Gaetano e Zerbin
Deulofeu Udinese
FOTO GETTY – Deulofeu Udinese

Auriemma chiede se può essere utile nel 4-2-3-1, questa la risposta: È un giocatore universale, può fare un po’ tutto: sottopunta, punta, chiaramente la sua classe gli permette di fare qualsiasi ruolo visti i colpi a effetto che ha.

Poi, su Walace: “È arrivato sconosciuto, io lo conoscevo bene invece, lo abbiamo preso nel calcio brasiliano, l’anno in Germania è andato così e così, ma l’anno scorso ha fatto una stagione straordinaria. Dati alla mano è il giocatore che recupera più palloni in Serie A. Nel 4-2-3-1 dove lo vedrei? Nella mediana, vicino Anguissa, perché è un calciatore stile vecchio mediano, con piedi buoni.

Walace Udinese
FOTO GETTY – Walace Udinese

Infine, sull’allenatore attuale dell’Udinese, Sottil: “Il mio compito è visionare anche gli allenatori, devo dire che quest’anno in Serie B si sono messi in luce diversi allenatori, tra cui Sottil. Anche l’anno scorso è stato bravo, salvando l’Ascoli destinato in retrocessione, ma quest’anno ha fatto molto bene.

Chiara Villani