L’Argentina piange Maradona: radio, tv e giornali uniti per Diego. L’uomo che ha scattato la foto con la salma si è consegnato alle autorità

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sono giorni di lutto anche in Argentina: la morte di Diego ha sancito una forte frattura anche a Buenos Aires e in tutta la nazione. Le immagini della camera ardente a Villa Rosada, poi gli scontri, poi ancora alcune foto dissacranti con la salma del Pibe de Oro. Ma anche lì, tra Buenos Aires e dintorni, si piange la storia. L’icona prima e l’uomo poi. C’è un legame indissolubile tra l’Argentina e Napoli che in questi giorni si rafforzerà. È Fabian Rodriguez, giornalista argentino con un passato al quotidiano Olé, a parlari di come l’Argentina sta vivendo questo periodo di lutto. Ai nostri microfoni dichiara:

“L’Argentina è molto triste e addolorata. Il grande idolo del paese non c’è più. Alla radio si sentono canzoni su Diego, ci sono frammenti di interviste, aneddoti su di lui. La stessa cosa nei diversi mezzi di comunicazione. Tutto è legato a Diego!
Le indagini sulla morte, per quanto ne so, sono incentrate sulle ultime ore di vita di Diego, anche sulle azioni delle persone che avrebbero dovuto prendersi cura di lui (infermieri) e del suo medico.

Un capitolo anche sulla vicenda dell’uomo che ha scattato foto con la salma di Diego. Nelle scorse ore gira un video sul suo presunto omicidio, da considerarsi però una fake news. Vero però che il dipendente dell’agenzia di onoranze funebri abbia ricevuto minacce dai gruppi organizzati del Boca. Ecco perché, secondo le ricostruzioni dall’Argentina, si è consegnato alla polizia.

Per quanto riguarda la versione sull’uomo che ha fatto le foto con il suo corpo, il suo nome è Diego Molina. Oggi si è consegnato alla giustizia. Ieri si è svolto il procedimento presso le pompe funebri e a casa degli altri due dipendenti che compaiono nelle foto (cognome Fernandez, padre e figlio).

Non è mancato però qualche problema di ordine pubblico: “Negli scontri c’è stata una pessima azione della Polizia municipale. Al di là di questo, una minima parte della gente era fuori controllo”.

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI