shinystat spazio napoli calcio news Dimaro, Tonelli: "Mi sto trovando bene qui. Sarri? Ha la stessa fame di Empoli. Vogliamo puntare in alto"

Dimaro, Tonelli: “Mi sto trovando bene qui. Sarri? Ha la stessa fame di Empoli. Vogliamo puntare in alto”


Da piazza Madonna della Pace in quel di Dimaro Folgarida quattro giocatori azzurri hanno risposto alle domande dei molteplici tifosi presenti. Tra questi c’era anche il neo-acquisto dei partenopei, Lorenzo Tonelli. Ecco le sue dichiarazioni, raccolte ed evidenziate dalla nostra redazione.

Napoli e difesa. “Per ora mi sto trovando bene. Non ho vissuto tantissimo la città, sono stato due giorni. Per la difesa posso dire che c’è tanto da imparare quando si gioca con questi campioni: sono contento e c’è tanta voglia di imparare”.

Capitolo Higuain. “Higuain l’ho vissuto da avversario, mai da compagno; so che è uno degli attaccanti più forti al mondo. Se dovesse andar via sarebbe un peccato, ma vuol dire che avremo da lavorare di più e faremo bene allo stesso modo”.

Mister Sarri. “Sarri è lo stesso di Empoli: ha sempre la stessa voglia di lavorare e stupire. È arrivato ad Empoli che non lo conosceva nessuno e ci ha subito trasmesso questa voglia di far bene; l’ho ritrovata subito in questo ambiente davvero fantastico”.

Obiettivi. “Nessuno parte perdente, scendiamo in campo per vincere. Noi vogliamo fare il massimo, che può anche identificarsi con la vittoria dello Scudetto. Io sono venuto qui per vedere se posso fare il salto di qualità, passando da Empoli a Napoli: penso e spero di poter fare quante più partite possibili e di imparare dalle persone che hanno più esperienza”.

DIMARO RITIRO NAPOLI CALCIO 2016 ALLENAMENTO NAPOLI NELLA FOTO: TONELLI FIRMA AUTOGRAFI AI TIFOSI FOTO MOSCA

Arrivo a Napoli. “Ero contento quando sapevo che sarei andato al Napoli: sapevo che con Sarri potevo migliorare tanto ed ero felice di poter venire qua, per la città ed il mister”.

Diritti d’immagine. Non ho problemi con i diritti d’immagine, non è stato un grosso problema; naturalmente quando si parla di giocatori importanti, anche a livello mediatico, possono sorgere dei problemi”.

La scelta di Napoli. “Parlando di Higuain alla Juve si riparla del meteorite che casca. Non è vero che tutti rifiutano il Napoli. Io ho detto sì perché conoscevo in parte il progetto e penso che la piazza possa farmi crescere ancora”.

Nazionale. “Non penso direttamente alla Nazionale. La Nazionale è la conseguenza di un percorso e di un lavoro: ora penso di lavorare duro qui”.

Cambio di capelli. “I miei capelli sono biondi perché schiariti dal mare. Come li dovrei fare? Azzurri? Vediamo (ride, ndr)”.

 

 

Preferenze privacy