shinystat spazio napoli calcio news EURO2016 - L'Italia fa il boom: ecco come sono cambiate la valutazioni di mercato degli azzurri!

EURO2016 – L’Italia fa il boom: ecco come sono cambiate la valutazioni di mercato degli azzurri!


L’avventura dell’Italia ad Euro 2016 è terminata, come tutti sappiamo, ai quarti di finale con la Germania che ha eliminato gli azzurri ai calci di rigore. Emblematiche le frasi rilasciate da Andrea Barzagli a Rai Sport subito dopo la fine della partita: “La verità è che di questo grande Europeo non resterà nessuna traccia, nessuno si ricorderà di noi“.

Ebbene questo non è affatto vero. L’Italia ne ha guadagnato in rispetto, ranking, autostima e soprattutto in valore di mercato. Sì, perché da un particolare studio condotto dalla Gazzetta dello Sport emerge come le valutazioni della maggior parte dei calciatori del gruppo azzurro siano schizzate alle stelle. Infatti da inizio giugno alla gara con la Germina il valore di mercato dei calciatori è salito complessivamente di 71 milioni, passando da 279 milioni a 350 milioni.

Per quanto riguarda i singoli è altissima la valutazione di Bonucci che passa da circa 30 milioni ad oltre 50, mentre Chiellini sale da 10 a 15. Ottimo anche l’Europeo di De Sciglio che vede salire la sua quotazione da 10 a 18 milioni. A centrocampo si raddoppia il valore di Giaccherini che, in scadenza di contratto, vede passare la sua valutazione da 6 a 12 milioni; Parolo passa da 8 a 10 milioni, mentre la quotazione dell’altro laziale, Antonio Candreva, resta “stabile” a 25 milioni. Pollice in su anche per Florenzi che sale da 20 a 25 milioni.

italia giaccherini eder darmianIn attacco invece restano immutate le quotazioni di Insigne ed Immobile (25 e 11 mln) mentre, nonostante gli incredibili errori dagli 11 metri con la Germania, salgono le valutazioni di Zaza che passa da 18 a 20, e Pellé che passa da 6 a 12 milioni. Sale anche il valore di Eder che passa da 8 a 13.

Preferenze privacy