Home » News Calcio Napoli » L'Europa League occasione di riscatto, due dati incoraggiano gli azzurri

L’Europa League occasione di riscatto, due dati incoraggiano gli azzurri

Appuntamento a Mosca stasera per il Napoli, di scena sul campo della Dinamo per gli ottavi di finale di Europa League. Gli azzurri ripartono dal 3-1 dell’andata, risultato che rappresenta un punto di vantaggio ma che non può rassicurare la truppa di Benitez in vista della gara di stasera.

Che il Napoli non stia attraversando un momento positivo non è un segreto: la sconfitta di Verona ha alimentato i dubbi dei tifosi sulla bontà del progetto fortemente voluto da De Laurentiis, e un altro fallimento europeo potrebbe alimentare forti malumori nell’ambiente partenopeo. Lasciarsi alle spalle questo momento negativo è il primo obiettivo.

LEGGI ANCHE:   Raspadori in campo per Juventus-Sassuolo? La risposta di Dionisi

Una statistica particolare giunge in soccorso agli azzurri: spesso nell’arco della stagione l’Europa League è risultata ancora di salvezza nonché occasione di riscatto. Prima di sconfiggere i russi una settimana fa, la squadra di Benitez arrivava da un deludente pareggio interno contro l’Inter. Stessa cosa è capitata contro Sparta Praga e Slovan Bratislava. All’epoca c’erano da riscattare i pareggi contro Cagliari ed Empoli, e in precedenza la sconfitta con il Chievo.

Fattore importante la difesa: in nove partite di Europa League il Napoli ha subito soltanto tre reti. Un dato incoraggiante, considerato l’andamento opposto in campionato, dove gli azzurri hanno incassato quattro reti soltanto nelle ultime due partite. Il goal di Kuranyi settimana scorsa ha interrotto un’imbattibilità che durava da cinque partite europee, precisamente dal 2-0 rimediato in terra svizzera.

LEGGI ANCHE:   Cioffi in conferenza: "Il Napoli cercherà di farlo subito. Sarà guerra per il Verona"

Due dati che certamente incoraggiano il Napoli, ma che non possono rassicurare la squadra di Benitez, particolarmente imprevedibile nell’ultimo periodo. Come al solito, sarà il campo a parlare. Sperando che siano Higuain e company a dirigere la conversazione.

Vittorio Perrone