shinystat spazio napoli calcio news Il Roma - La difesa si consolida, funziona l’asse di “mastini” a centrocampo

Il Roma – La difesa si consolida, funziona l’asse di “mastini” a centrocampo


Tre partite in una settimana, altrettanti successi. Il Napoli ritrova punti e sprazzi di bel gioco ma la strada da percorrere e’ ancora lunga. Si e’ sofferto col Torino, abile nel possesso palla e ben organizzato in difesa. Il risultato e’ pero’ meritato, gli azzurri hanno prodotto tantissimo e in diverse circostanze sono stati frenati solamente dall’ottima vena di Gillet, portiere granata. L’altro numero uno, Rafael, e’ apparso ancora incerto e proprio allo scadere, con un’uscita spericolata, ha rischiato di compromettere l’esito del match. anche sul
gol di Quagliarella non e’ stato certamente irreprensibile. La difesa, considerando i recenti trascorsi, ha retto abbastanza bene. Buona la prova offerta dai due terzini, Zuiniga e Maggio, puntuali nelle incursioni offensive e diligenti in fase di non possesso. Koulibaly ha sfoderato la consueta prestazione gagliarda, agonisticamente impeccabile ma si e’ lasciato andare a qualche fallo di troppo, sicuramente evitabile. Continua a soffrire il collega di reparto, Raul Albiol, lontano parente del calciatore ammirato lo scorsao anno. Ha sorpreso positivamente il “vecchio” centrocampo, composto da Gargano e Inler. Il dinamismo dell’uruguaiano e le geometrie dello svizzero, hanno consentito al Napoli di tenere il pallino del gioco per larghissimi tratti del match. C’e’ stato spazio anche per David Lopez, entrato in corso d’opera e subito prezioso tanto in fase di interdizione quanto nella costruzione delle trame di gioco. Il reparto, nonostante alcune lacune, sta tenendo botta, in attesa del riento di Jorginho, ancora fermo ai box. L’ex mediano del Verona dovra’ dare qualcosa in piu’ per riconquistarsi una maglia da titolare. Note liete sono arrivate dalla trequarti offensiva: Callejon ha trovato il gol dei tre punti mentre Michu, schierato al posto dell’influenzato Hasmik, ha mostrato evidenti segnali di crescita. Due assist nel primo tempo, non sfruttati dai compagni e tante giocate di qualita’. Una buona notizia anche in proiezione futura dopo le prestazioni non esaltanti offerte nella prima parte della stagione. Sono arrivati i primi applausi da parte di un pubblico che pare volergli definitivamente perdonare gli errori commessi con il Bilbao. E poi lui, Insigne, finalmente in gol, dopo una logorante attesa. Resta a secco Gonzalo Higuain, ancora aquota zero nella tabella dei gol fatti in campionato. Sia nel primo che nel secondo tempo, l’attaccante argentino ha avuto l’opportunità di sbloccarsi ma un po’ d’imprecisione ed un pizzico di sfortuna, non gli hanno consentito di ritrovare la via della rete dinanzi al pubblico amico. sara’ per la prossima, magari a Milano, dopo la sosta. Arrivera’ a San Siro un Napoli ritrovato nello spirito e forse anche nel gioco, pronto a lanciarsi nella rincorsa al terzo posto, attualmente occupato dalla sempre piu’ sorprendente Sampdoria di Mihajlovic. Quanto basta per mettere paura all’Inter, sempre piu’ in crisi.

Fonte: Dario Marotta per il Roma