shinystat spazio napoli calcio news Basket, l'Azzurro Napoli presenta Givova: nuovo main sponsor della società

Basket, l’Azzurro Napoli presenta Givova: nuovo main sponsor della società


Giornata importante per l’Azzurro Napoli Basket. La società partenopea guidata dal presidente Maurizio Balbi ha presentato questa mattina, presso l’Hotel Royal Continental sul lungomare, l’accordo di sponsorizzazione biennale siglato con Givova, giovane ed ambizioso marchio d’abbigliamento sportivo campano già da anni radicato a più livelli nel mondo del calcio ed in particolare della pallacanestro. Sono intervenuti alla conferenza il già menzionato presidente azzurro, l‘amministratore delegato Fabio Muro, il presidente Givova Giovanni Acanfora, il direttore marketing Antonio Mandile e l’ing. Dario Boldoni.

Givova rivestirà l’inedito doppio ruolo di main Sponsor e di Sponsor Tecnico. Difatti la società campana ha assuto la denominazione ufficiale di Givova Napoli Basket per il prossimo campionato di A2 Gold. Ad inaugurare la conferenza, le parole del numero 1 azzurro che ha presentato l’accordo alla stampa. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli:

“È un giorno molto importante per l’Azzurro Napoli Basket. Questo accordo è un ulteriore tassello della programmazione che stiamo portando avanti, per consolidare e costruire intorno al nostro progetto. Giornata importante perché aldilà della disponibilità dell’azienda Givova, l’esserci legati a questa azienda è motivo d’orgoglio in quanto ha nel DNA la nostra stessa voglia di crescere e portare avanti il concetto di napoletanità. C’è un accordo per due anni che ci lega. La scelta di Givova è anche figlia di un rapporto ormai decennale di amicizia tra la famiglia Muro, che è espressione della proprietà insieme al sottoscritto, con Giovanni Acanfora. Vi posso garantire che la trattativa non è durata più di 30 secondi: c’è stato subito accordo. Non è stata una trattativa ma una chiacchierata.”

Fabio Muro (AD Azzurro Napoli Basket): “Perché Givova? L’idea nasce dal rapporto di amicizia della mia famiglia con gli Acanfora: collaboriamo da più di 20 anni con grazie anche al lavoro di mio padre. Non c’è stata trattativa, abbiamo trovato subito l’accordo. Abbiamo subito pensato di strutturare la società in maniera forte con questa partnership, anche grazie al loro direttore marketing.”

Giovanni Acanfora (Pres. Givova): “Per quanto riguarda l’accordo, ricordiamo che questa è la prima volta che un’azienda sportiva è allo stesso tempo sponsor tecnico ed anche main sponsor, ed è anche la prima occasione che un’azienda partenopea può legarsi finalmente ad una realtà che sta portando avanti un progetto ambizioso. Spero possa essere un messaggio per le aziende del sud, le aziende napoletane, possono ottenere dei risultati molto importanti. La nostra azienda sponsorizza molti club in tutto il mondo ma è importante radicarsi nel territorio d’appartenenza. Siamo felicissimi del fatto che c’è l’intenzione, da parte della società, di realizzare un nuovo impianto. Napoli merita una struttura degna del suo nome e del suo blasone. Se tutti crediamo in questo progetto, possiamo arrivare davvero lontano.”

Antonio Mandile (Direttore Marketing): “Siamo entusiasti di questa nuova partnership. Svilupperemo tante iniziative collaterali per creare una macchia azzurra a Napoli da dedicare al basket. Abbiamo creato una collezione personalizzata per l’Azzurro e, in più, una linea di prodotti da distribuire per dare visibilità ai nostri marchi. Stiamo pensando anche ad un omaggio per un certo numero di tifosi che sottoscriveranno l’abbonamento.”

Dario Boldoni: “La presenza di Givova significa molto, perché indica che il rilancio dello sport di questa regione sta portando i risultati sperati. Riconosco una forza e una penetrazione nel territorio nazionale e internazionale dell’azienda, nata da una scomessa di Acanfora che l’ha stravinta. E’ importante che tutto questo parta da Napoli. Il lavoro sullo studio di fattibilità sta procedendo più che bene da svariati mesi ormai. Devo riconoscere l’impegno e la giusta collaborazione con la pubblica amministrazione che ci è vicina. Presenteremo lo studio di fattibilità a settembre per il semplice motivo che non si verifichino interruzioni dovute alla vacanze estive. Ricordiamo che un altro importante sponsor sarà al nostro fianco, parliamo di Menthalia ed altro supporto arriverà anche dall’estero. I tempi tecnici consisteranno orientativamente in un anno per far partire il tutto, e nei successivi 24 mesi si potrebbe anche pensare di vedere il tutto già realizzato. Di certo è un’ipotesi forse eccessivamente ottimistica, ma noi non vediamo l’ora di iniziare”.

Antonio Allard

RIPRODUZIONE RISERVATA