shinystat spazio napoli calcio news Benitez non fa drammi: "E' tutto normale in questo periodo della stagione"

Benitez non fa drammi: “E’ tutto normale in questo periodo della stagione”


BenitezBenitez non si scompone, mantiene il sorriso. Prova ad inquadrare questa sconfitta del Napoli contro il Porto come una normale conseguenza del calo atletico della squadra nel secondo tempo in questa fase della preparazione. Non fa drammi il tecnico spagnolo e spiega. “Un passo indietro? No, in tutte e due le partite abbiamo fatto meglio nel primo tempo ed è mancato qualcosa nel secondo, un fatto normale in questa fase della preparazione”. Nella ripresa ha funzionato meno bene il possesso palla e il Napoli è stato colpito con le ripartenze del Porto. “Il possesso palla stavamo cominciando a farlo e abbiamo creato l’occasione del raddoppio che non abbiamo sfruttato. Noi non abbiamo segnato ed è arrivato il gol dell’1-1 del Porto. Nel primo tempo abbiamo lavorato bene, nel secondo abbiamo avuto qualche problema in più senza palla. Poi quando eravamo sotto 2-1 ci siamo alzati per pareggiare e abbiamo preso la terza rete in ripartenza nel finale”.

Ancora in ritardo Higuain, come Albiol, gli ultimi due arrivati dal Real Madrid. Tutto programmato da Benitez, nessuna preoccupazione, tutto normale. “Higuain e Albiol hanno lavorato duramente con la squadra, dovevano fare dei minuti qui a Londra: ora continuamo a lavorare, siamo a venti giorni dall’inizio del campionato, c’è tutto il tempo per arrivare in forma”.

Cinque gol subiti in due partite, preoccupato per la difesa? “Sono due partite diverse contro due squadre diverse. Nel secondo tempo abbiamo perso tutte e due le volte un po’ di freschezza, un fatto normale perchè siamo in precampionato quando bisogna lavorare forte: non siamo ancora a livello e si vede nei secondi tempi contro squadre forti come Arsenal e Porto”.

Benitez spiega la sconfitta subita in rimonta contro il Porto soprattutto con questo calo fisico. “Manca un po’ di freschezza, non abbiamo ancora gambe: quando una squadra è un po’ stanca e l’altra squadra è forte, come il Porto, diventa un fatto normale, si spiega così anche il gol preso in contropiede nel finale ad esempio”.

La posizione di Hamsik a centrocampo nel secondo tempo. Un esperimento che verrà riproposto anche se non ha funzionato benissimo contro il Porto? “È un’idea, Hamsik è un giocatore di qualità, può giocare lì a centrocampo se abbiamo bisogno di gestire un po’ di più la palla”.

Il passaggio dalla difesa a tre dell’anno scorso alla difesa a quattro di questa stagione. Come è andata contro il Porto? “Tutto abbastanza facile nel primo tempo, meno bene invece nel secondo tempo”.

Pandev, in grande forma, un giocatore già fondamentale. “Come allenatore faccio l’analisi della squadra e non dei singoli in due partite di questo livello all’inizio della stagione, Pandev è un giocatore forte e importante che faceva già parte di questo gruppo e può giocare in più posizioni: faranno bene anche tutti gli altri che sono arrivati”.

Uno sguardo al campionato, alle rivali nella corsa scudetto. “La Juve è pericolosa, ma ci sono altre squadre come Inter, Roma, Fiorentina, c’è il Milan”.

Il Porto di nuovo in Champions, una squadra da evitare? “In Champions sono tutte squadre competitive”.

Il mercato. “Stiamo lavorando, vediamo se troviamo una buona opzione di mercato”. Ermetico anche sul ruolo da coprire. “Stiamo lavorando, vedremo”. Può essere Martinez l’attaccante? “Stiamo cercando qualcosa ma non posso parlare di nomi e di mercato”.

Parla del Napoli e non delle altre squadre impegnate in questo precampionato. “La sconfitta della Juventus? Non ho seguito nessuna partita: il tempo a disposizione è tutto per il Napoli, dedicato tutto al Napoli”. 

Fonte: Il Mattino