Auguri a Luis Vinicio, oggi compie 80 anni

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

A Belo Horizonte, in Brasile il 28 febbraio del 1932 nasceva Luis Vinicio. Lui è stato per cinque stagione una colonna dell’attacco azzurro. Lauro lo portò a Napoli a 23 anni dal Botfago, per 50 milioni delle vecchie lire. Vinicio era un calciatore generoso e potente, di certo non gli mancavano colpi da grande bomber e questo gli fece guadagnare l’appellativo di “O lion” da parte del pubblico partenopeo. Il giocatore brasiliano, nella prima stagione mise a segno 16 reti. L’anno successivo terminata la rivalità con Jeppson con il quale formava la coppia d’attacco, per la cessione dello svedese al Torino,  segnò 18 goal. Vinicio era il vero trascinatore della squadra, un grande realizzatore davanti alla porta, infatti nel 1956-57 arrivò secondo nella classifica di cannonieri e quarto in quella del 1957-58. Purtroppo le ultime due stagione in azzurro non furono positive per il brasiliano, solo 7 goal per lui a campionato, ma questo fu dettato soprattutto dal brutto momento cui versava  la squadra. Dopo 5 stagioni e 69 goal, nel 1960 Vinicio lasciò il Napoli e venne ceduto al Bologna, provocando il malcontento dei tifosi partenopei. Dopo una buona prima stagione, l’anno successivo giocò poche partite, finchè nel 1962 tornò in Brasile non avendo trovato nessun ingaggio. Ma ben presto fu richiamato dai dirigenti del Vicenza che gli offrirono un nuovo contratto. Qui tornò a segnare come ai tempi d’oro. Nel 1966 Vinicio lasciò Vicenza per andare all’Inter, ma la sua avventura in neroazzurro fu deludente. Cosi dopo una stagione a Milano e ormai trentacinquenne decise di chiudere la sua carriere a Vicenza , raggiungendo la quota di 150 reti in serie A. Nella metà degli anni settanta, alla carriera di calciatore segui’ quella di allenatore, Vinicio allenò il Napoli con il quale stava per vincere un campionato. In seguito allenò anche in altre squadre come la Lazio, Pisa, Avellino e Udinese. Chiude la sua carriera nel 1991-92 nella Juve Stabia. Oggi il bomber biancorosso di tutti i tempi, il sesto tra i cannonieri più forte del Napoli di sempre compie 80 anni, auguri!                    

 

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI