shinystat spazio napoli calcio news Bonucci avverte il Napoli: "Ora siamo ancora più forti!"

Bonucci avverte il Napoli: “Ora siamo ancora più forti!”


Il difensore della Juventus, Leonardo Bonucci, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di SKY dove ha parlato dell’eliminazione dei bianconeri dalla Champions League per mano del Bayern Monaco, ma anche toccando temi legati al campionato. Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli:

C’è la consapevolezza di aver fatto un ulteriore salto in avanti, perché comunque abbiamo dimostrato di avere la personalità della grande squadra in casa del Bayern. E come abbiamo detto all’inizio, la Juve doveva stare nelle prime otto e se lo meritava. Però questo è il calcio.

Juventus

I nostri avversari non si aspettavano una partita del genere da parte nostra. Pensavano ci difendessimo e non che li aggredissimo così alti. Poi, in corso d’opera, loro hanno cercato la superiorità sugli esterni e hanno portato a casa la partita. Perdere è stato uno schiaffo, ma utile per crescere: il nostro atteggiamento mi ha reso orgoglioso. Da parte nostra sentiamo di aver fatto ancora qualcosa in più rispetto allo scorso anno, a livello di maturità a livello di personalità e di qualità e a livello del gioco. Poi il calcio lo decide un pallone e un pallone che perdi al 90′ ti può far male. Lo sappiamo è la legge del calcio.

Non si illudano in nostri avversari – ha proseguito Bonucci – da questo schiaffo la Juve ne esce ancora più forte e ancora più convinta dei propri mezzi. Quello che dobbiamo fare adesso, è concentrarci sulla partita di domenica perché è un derby. Come affronteremo il Torino? Con la solita fame che ci contraddistingue. Dobbiamo, a partire da domenica, tirare fuori l’orgoglio di chi come noi vuole essere un vincente, perché solo attraverso le grandi prestazioni si dimostra di avere tratto insegnamento dagli errori. Per fortuna che arriva subito una partita così importante, perché il nostro obiettivo è continuare a vincere. Persa la Champions League, il nostro obiettivo è vincere lo scudetto e poi andare a Roma per vincere la Coppa Italia“.

Preferenze privacy