shinystat spazio napoli calcio news I due volti di Fabian Ruiz: da stella con la Nazionale a uno dei peggiori in campo col Milan

I due volti di Fabian Ruiz: da stella con la Nazionale a uno dei peggiori in campo col Milan

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Due volti completamente diversi quelli di Fabian Ruiz. Lo spagnolo, dopo il suo spettacolare percorso durante l’Europeo con l’Under 17, ha abituato tutti con delle ottime prestazioni. Il giocatore ha sempre ricevuto grandi apprezzamenti tanto da essere più volte finito nel mirino delle big. Nella partita di stasera contro il Milan, complice una prestazione sottotono della squadra, Fabian Ruiz non ha inciso come ci si aspettava. Eppure, il giocatore veniva da una prestazione lusinghiera in Nazionale.

Da top a flop della partita


Nella partita straripante della Spagna contro la Germania in Nations League, Fabian Ruiz è stato un asse portante. Il suo nome non è apparso nel tabellone dei marcatori ma ha messo lo zampino nei 6 gol rifilati ai tedeschi. Ben tre sono stati gli assist che hanno mandato in gol Ferran Torres e Rodri tanto che il centrocampista azzurro è stato uno dei miglior della Roja.

Gattuso si aspettava un bis del genere e aveva posto le speranze su di lui per il match contro i rossoneri. Il Fabian Ruiz azzurro , però, appare un fantasma rispetto a quello in nazionale. L’ex Betis sbaglia anche passaggi fondamentali peccando di poca lucidità. La sua prestazione è stata al di sotto delle aspettative, penalizzato anche dal centrocampo a due che non lo valorizza a pieno. Il cambio di modulo ha sicuramente inferito in una prestazione generale davvero deludente. Il classe 96 ha non poche colpe anche sull’1-0 perché non è riuscito ad arginare un incontenibile Theo Hernandez che poi ha crossato per la rete di Ibrahimovic.

Non proprio la sua migliore prestazione e lo si capisce dalla sua espressione quando viene sostituito da Elmas a pochi minuti dal termine. Il giocatore umanamente non si discute: ha sempre mostrato un grande amore, ricambiato, per Napoli. Nonostante le paure iniziali ha comunque conosciuto il vero amore di un popolo che lo sostiene. “Quando vieni a Napoli piangi due volte, quando vieni e quando te ne vai”, ha detto in un’intervista parafrasando la famosa frase di Alessandro Siani in “Benvenuti al Sud“.

Questa volta, però, Fabian è finito nell’occhio del ciclone, subendo critiche da molti tifosi, delusi anche da una sconfitta così pesante in casa. Di certo non è una prestazione opaca a manomettere il talento di un giocatore su cui il club ha speso 40 milioni. Fabian Ruiz vuole sicuramente cancellare questa brutta parentesi per poter tornare a rinfiammare i cuori dei propri sostenitori con le sue giocate.

Cesare Tartaglione

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

Preferenze privacy